Scuola di Biotecnologie, il sindaco Seri presente all’inaugurazione dell’anno accademico

Scuola di Biotecnologie, il sindaco Seri presente all’inaugurazione dell’anno accademico

FANO – Si è tenuta questa mattina la cerimonia inaugurale del corso di laurea in Biotecnologie dell’Università degli Studi di Urbino presso la prestigiosa sede del palazzo San Michele a Fano.
Hanno portato il loro saluto il Magnifico Rettore Prof. Vilberto Stocchi, il Direttore del Dipartimento di Scienze Biomolecolari Prof Orazio Cantoni, il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano Ing. Fabio Tombari ed il Sindaco della città di Fano e Presidente di FanoAteneo Dott. Massimo Seri. La cerimonia, coordinata dal Prof Mauro Magnani, Preside della Scuola di Biotecnologie, è stata occasione di riflessioni sulle attività svolte, sui risultati ottenuti e sulle prospettive future. Grande soddisfazione ha espresso il Magnifico Rettore anche per il recente posizionamento dell’ateneo tra le 500 più prestigiose università del mondo dando ampio credito per questo risultato anche alle attività formative e di ricerca nell’area delle biotecnologie. Tutti i convenuti hanno sottolineato il ruolo chiave dell’università sul territorio e nella città con la presenza ormai di oltre 350 studenti, la maggior parte dei quali provenienti da fuori regione, e delle attività di ricerca che creano innovazione, nuova occupazione qualificata e nuove attività di impresa come ben documentato dalla storia di Diatheva SrL uno spin off nato a Fano proprio dalla scuola di biotecnologie e oggi capace di realizzare nuovi prodotti e brevetti che sono di recente stati licenziati a società farmaceutiche americane quotate in borsa. Il Sindaco di Fano Massimo Seri, dopo il benvenuto e gli auguri per il nuovo anno, ha ricordato ai presenti come quella di “Fano Ateneo” sia una scommessa vinta per la città anche grazie agli importanti risultati scientifici appena illustrati. “La presenza di questo corso universitario” ha continuato il Sindaco “rappresenta una preziosa occasione per collaborare, Amministrazione e Università possono lavorare insieme al piano strategico per la città. Accogliere il corso di laurea e gli studenti, che ogni anno scelgono Fano per la loro carriera universitaria, costituisce perciò per tutto il territorio una vera ricchezza”. Il Sindaco ha poi lanciato una sfida, quella di aprirsi anche al settore della blu economy nel quale Fano può svolgere un ruolo importante considerata anche la presenza della struttura di “Biologia marina e pesca”.
Tutti i partecipanti si sono impegnati per approfondire le ulteriori opportunità che potrebbero a breve essere colte dalla sinergia tra Ateneo, Fondazione e Comune di Fano.
Rilevante anche le iniziative comunicate dal Dott. Roberto Pierini, vice presidente Rotary Club di Fano, che ha sostenuto in passato e continua a sostenere l’attività di ricerca a Fano con donazioni di strumentazione e della sezione AVIS di Fano che ha bandito un premio per tesi di laurea nel settore delle biotecnologie che interessano il sangue ed i prodotti trasfusionali.

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Comune di Fano

Condividi:

Rispondi