Scontro tra ciclisti alla Notte Rosa, identificato il pirata della strada

Scontro tra ciclisti alla Notte Rosa, identificato il pirata della strada

PESARO – È stato identificato e denunciato il “pirata della strada” che lo scorso 8 Luglio, durante la “Notte Rosa”, in sella ad una bicicletta era rimasto coinvolto in un incidente stradale in cui un pesarese di 31 anni, B.F. anch’egli in sella ad una bici, aveva riportato lesioni per 25 giorni a causa della frattura della mandibola e l’avulsione di alcuni denti. Il malcapitato era finito a terra lungo la pista ciclabile “bicipolitana”, parallella di Via Lungofoglia delle Nazioni, dove i due ciclisti si erano urtati e a seguito del quale B.F. era stato ricoverato all’Ospedale San Salvatore di Pesaro.
L’altro ciclista, poi identificato, A.E., pesarese di 27 anni, impaurito non aveva prestato soccorso rendendosi irreperibile, riferendo ai presenti, prima di scappare, che gli era stata restituita la patente da pochi giorni, dato che all’inizio dell’anno, sempre la Polizia Stradale, gli aveva contestato una violazione per guida in stato di ebbrezza.

Alla fine le indagini condotte dagli agenti dell’Ufficio Incidenti della Polizia Stradale di Pesaro e di quelli in servizio presso il Distaccamento Polizia Stradale di Urbino, hanno dato il risultato sperato. Una volta convocato presso gli Uffici di Via Gagarin, messo di fronte agli elementi acquisiti dagli investigatori, non ha potuto fare altro che ammettere le proprie responsabilità, sostenendo di non essersi accorto della gravità dell’accaduto. Il “pirata” è stato denunciato per “fuga e omissione di soccorso” previsti dal Codice della Strada e rischia la reclusione da 6 mesi a 3 anni per non essersi fermato e la reclusione da un anno a 3 anni per non avere prestato assistenza al ciclista ferito. Anche chi usa la bicicletta, infatti, deve rispettare le regole previste dalla Legge dato che secondo il Codice della Strada il velocipede è un veicolo a tutti gli effetti.

Condividi:

Rispondi