Sapori e Aromi inaugura la stagione fredda

Sapori e Aromi inaugura la stagione fredda

Anche quest’anno, come ormai da tradizione, Sapori e Aromi d’Autunno, ha consegnato i Premi Marche Nostre a coloro che, sul territorio, si sono contraddistinti non solo per la produzione di prodotti controllati e per l’innovazione delle scelte in campo agroalimentare, ma anche e soprattutto per il coraggio dimostrato in seguito alle ferite del terremoto nella nostra Regione.
Durante la cerimonia di apertura, cui hanno preso parte il Sindaco del Comune di Fano Massimo Seri, il vicepresidente del Consiglio Regionale Renato Claudio Minardi, il sindaco di Castelsantangelo sul Nera, Mauro Falcucci, l’amministrazione e la Pro Loco di Arquata del Tronto nonché il Presidente dei Viadanti dei Sapori Francesco Fragomeno, il responsabile della manifestazione Giorgio Sorcinelli e molti altri rappresentanti di istituzioni pubbliche e private, sono dunque stati consegnati sei premi Marche Nostre: all’Amministrazione di Arquata del Tronto, alla Pro Loco di Arquata del Tronto, al Club “E. Mattei” Protezione Civile di Fano, alla Croce Rossa Italiana – comitato locale di Fano, alla Coop. Agricola Gino Girolomoni e al Sindaco di Isola del Piano, Giuseppe Paolini.

Di seguito le motivazioni:

1. alla cittadinanza e agli amministratori di Arquata del Tronto, “ Eroi del nostro tempo”:
In segno di amicizia e sostegno in questo momento di enorme difficoltà, fiduciosi in una pronta e completa rinascita.

2. alla Pro Loco di Arquata del Tronto, “Punto di riferimento e cuore pulsante del territorio”:
in segno di vicinanza e sostegno per una pronta rinascita e per l’impegno di valorizzazione della cultura gastronomica dei Sibillini e per la sagra “Marrone che passione…”

3. al Club E. Mattei Protezione Civile Fano e al suo coordinatore Saverio Olivi:
Per l’instancabile impegno profuso con i soccorsi materiali e morali alle popolazioni di Arquata del Tronto e sue frazioni, in occasione dell’evento sismico.

4. alla Croce Rossa Italiana – Comitato locale di Fano e alla coordinatrice Daniela Cameracanna:
Per l’instancabile impegno profuso con i soccorsi sanitari e morali alle popolazioni di Arquata del Tronto e sue frazioni, in occasione dell’evento sismico.

5. alla Cooperativa Agricola Gino Girolomoni:
Per aver aperto, dal 1971, la strada e la storia del biologico in Italia. Con Gino, la filosofia del biologico, da Isola del Piano raggiunge i mercati e le tavole del mondo.

6. a Giuseppe Paolini, Sindaco del Comune di Isola del Piano:
Per avere con coraggio istituito, in Comune di Isola del Piano, la Fattoria della Legalità – Casa dell’antimafia sociale promossa da Libera.

Molte le iniziative che si sono svolte durante la prima domenica di fiera che, per questa 29° edizione, non si dedica soltanto all’enogastronomia, ma si è fatta contenitore per iniziative importanti di solidarietà e cultura. Il Salotto del Gusto ha ospitato la Pro Loco di Arquata del Tronto per la presentazione della loro manifestazione tipica “Marrone, che passione…” e sono state inaugurate due mostre, molto diverse tra loro, ma entrambe molto interessanti.
La prima s’intitola “Borghi Feriti” ed è dedicata alle immagini degli interventi e dei soccorsi effettuati dei volontari dalle Sezioni della Protezione Civile e la Croce Rossa di Fano nei paesi terremotati. L’altra, “Arte e Cibo” composta di sculture realizzate con materiali e tecniche differenti, è curata dal Liceo artistico Apolloni di Fano e vuole proporre una riflessione sugli aspetti sociali, etici ed economici del cibo.

Sapori e Aromi d’Autunno 2016 chiude dunque la sua prima domenica al Codma con un’affluenza incredibile di pubblico ha potuto godere dei prodotti tipici marchigiani degli oltre cento espositori presenti in fiera. L’appuntamento è, dunque, a domenica 27 novembre con una lunga serie di eventi tra cui la consegna a Sua Eccellenza il Vescovo Armando Trasarti degli oli vincitori dei concorsi organizzati da Olea nel 2016 che come da tradizione saranno donati in beneficenza alla mensa di “San Paterniano” e la meraviglia delle migliori produzioni agroalimentari marchigiane.

Condividi:

Rispondi