Sanità: mozione di D’Anna per salvaguardare l’ospedale di Fano ed eliminare Marche Nord

Sanità: mozione di D’Anna per salvaguardare l’ospedale di Fano ed eliminare Marche Nord

MOZIONE A DIFESA DEL DIRITTO DELLA CITTA’ DI FANO DI CONTINUARE AD AVERE IL SUO OSPEDALE ATTRAVERSO L’ELIMINAZIONE DEL’AZIENDA MARCHE NORD.

Il Consiglio Comunale di Fano

PREMESSO

CHE tutti i candidato Sindaco partecipanti alla recente competizione elettorale si sono impegnati nei propri programmi e nelle varie discussioni per la difesa dell’Ospedale Santa Croce di Fano;

CHE contrariamente a quanto sostenuto in passato da molti esponenti politici l’ingresso del Santa Croce nell’Azienda Ospedali Riuniti Marche Nord ha coinciso con un forte ridimensionamento dei servizi e un continuo svuotamento del nosocomio fanese;

CHE conseguentemente l alternativa al completo svuotamento del Santa Croce non può che essere l’uscita dell’Ospedale di Fano dall’Azienda Marche Nord, uscita che non può che avvenire attraverso l’eliminazione dell’Azienda e il ritorno allo status precedente di uomini mezzi e patrimonio immobiliare;

CHE e già presente in Consiglio Regionale delle Marche una proposta di eliminazione dell’Azienda Marche Nord;

CHE la maggior parte degli schieramenti presenti nel nuovo consiglio comunale di Fano hanno propri rappresentanti in Consiglio Regionale delle Marche;

CHE l’eliminazione dell’Azienda Marche e la conseguente difesa dell’ ospedale di Fano passano esclusivamente attraverso il Consiglio Regionale delle Marche;

TUTTO CIO PREMESSO IMPEGNA

il Sindaco di Fano, la sua Giunta e l’intero Consiglio Comunale ad adoperarsi presso I propri rappresentanti in Regione affinché venga discussa votata e approvata e se necessario modificata la Proposta di legge che prevede il ritorno alla situazione precedente con l’Ospedale di Fano autonomo nella collaborazione con Pesaro,

IMPEGNA ALTRESI

il Sindaco la Giunta Comunale di Fano il Consiglio tutto e la cittadinanza ad organizzare una manifestazione a difesa del Santa Croce ad Ancona di fronte alla Regione Marche a cui deve seguire un incontro con il Presidente Spacca e l’Assessore Mezzolani per sostenere con forza e unità il diritto di Fano a continuare ad avere un Ospedale degno di questo nome.

 

Condividi:

Rispondi