Rapinano quattro minorenni, arrestata ‘Baby Gang’

Rapinano quattro minorenni, arrestata ‘Baby Gang’

Hanno rapinato quattro minorenni, costretti a calci e pugni, a consegnare un telefono cellulare e due portafogli, prima di allontanarsi su una auto sportiva di colore rosso. Protagonisti della vicenda, accaduta ieri a Rimini verso le 21.30, un ‘Baby-Gang’, composta da quattro giovani – due maggiorenni e due minorenni – arrestati, con l’accusa di rapina aggravata. A farli finire in manette, nel giro di una ventina di minuti dalla segnalazione della rapina, l’intervento congiunto di Polizia e Carabinieri riusciti a individuare i quattro – già noti alle forze dell’ordine per diversi precedenti e tutti residenti tra le province di Rimini e Pesaro Urbino – grazie alle descrizioni fornite dalle vittime sugli aggressori e sulla loro auto e alla risposta di una voce maschile al cellulare rubato e consegnato da una ragazza – che lo aveva ritrovato buttato a terra – in un bar di Viserbella. Nel dettaglio, in base a quanto ricostruito, i quattro minorenni, vittime della rapina, sono stati incrociati, nella zona di via Dardanelli, da un’auto sportiva rossa con a bordo altri quattro ragazzi che hanno iniziato a urlare e a rivolgere loro frasi e gesti ingiuriosi. Non raccolta in alcun modo la provocazione, sono stati bloccati dagli aggressori che, percorso un tratto della stessa via Dardanelli contromano, si sono messi di traverso con l’auto sul marciapiede per poi farsi consegnare il telefono cellulare e i portafogli a violenti spintoni e minacce. I due maggiorenni e i due minorenni protagonisti della vicenda fermati dalle forze dell’ordine mentre percorrevano in auto via XIII Settembre, sono stati arrestati per rapina aggravata e condotti nel carcere di Rimini, i primi, e nel centro di prima accoglienza di Bologna per i minorenni i secondi.

Condividi:

Rispondi