Protesta profughi, Cecchini (LTF): “Solidarietà ai fanesi che sopportano il disagio”

Protesta profughi, Cecchini (LTF): “Solidarietà ai fanesi che sopportano il disagio”

FANO – “Di fronte alle violente proteste dei profughi ospitati all’hotel Plaza( il gestore ha staccato luce gas e acqua perché la cooperativa lo ha pagato solo fino a metà febbraio e l’amministrazione non si sa dove sia), esprime una ferma condanna e piena solidarietà ai cittadini fanesi che sopportano il disagio provocato da gente che pretende di essere mantenuta e assistita invocando diritti e fregandosene del dovere di offrire con il proprio lavoro un aiuto concreto alla comunità nella quale si trova a vivere. E’ più che evidente che tutti noi paghiamo i costi di questi pretesi diritti a vantaggio di cooperative e associazioni che hanno trasformato l’ospitalità in un vero e proprio affare.
Se Fano fosse governata da amministratori capaci e responsabili, avrebbe già messo in moto una serie di iniziative concrete volte a organizzare questi ‘ospiti’ in squadre di lavoro, dirette dai tecnici dell’amministrazione comunale, per la manutenzione della città e del vasto patrimonio pubblico, dalle strade ai giardini, agli edifici pubblici…mi ricordo che non appena arrivati si era parlato di impiegarli in lavori socialmente utili,o mi sbaglio?E invece la giunta parla parla ma fatti concreti anche in questo caso non si vedono.
Ai ‘buonisti’ e agli ‘opportunisti’ rivolgiamo una esortazione. A chiedersi cioè non solo cosa può fare Fano per aiutare gli immigrati ma chiedersi cosa può e deve fare ogni immigrato per la comunità”.

Dott.ssa Francesca Cecchini
Segretaria La Tua Fano

Condividi:

Rispondi