Prestazioni sociali agevolate: stop ai furbetti.

Prestazioni sociali agevolate: stop ai furbetti.

Vallefoglia- Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Pesaro e la Città
di Vallefoglia hanno siglato due protocolli d’intesa finalizzati a potenziare l’efficacia
complessiva dell’azione ispettiva in materia di concessione di prestazioni sociali agevolate.
Con tali documenti, sottoscritti dal Comandante Provinciale, Colonnello t. ST Antonino
Raimondo, e dal Sindaco, Sen. Palmiro Ucchielli, le predette Amministrazioni si
impegnano a cooperare per avviare e gestire un efficace flusso informativo sulle
dichiarazioni ed attestazioni rese dai cittadini che richiedono l’assegnazione di alloggi di
Edilizia Residenziale Pubblica e da coloro che richiedono l’ottenimento di benefici e
agevolazioni erogate dall’Amministrazione Comunale.
In particolare, con tali protocolli, la Città di Vallefoglia si impegna a fornire alla Guardia di
Finanza i nominativi, o elenchi di nominativi, nei confronti dei quali emergano fondati dubbi
sulla veridicità delle dichiarazioni autocertificate e della documentazione presentata.
Da parte sua la Guardia di Finanza, previa attenta selezione dei soggetti segnalati,
eseguirà controlli e verifiche su tali posizioni, dando poi comunicazione all’amministrazione
comunale delle conseguenti violazioni di natura amministrativa e penale (queste ultime
previo nulla osta dell’Autorità Giudiziaria) eventualmente rilevate.
Tale azione sinergica permetterà di individuare eventuali comportamenti illeciti di coloro
che, indicando una ricchezza inferiore a quella reale, occupano o si accingono ad
occupare indebitamente una casa di proprietà pubblica oppure beneficiano di prestazioni
sociali senza averne i requisiti, privando chi ne avrebbe invece diritto e reale necessità.
L’accordo rientra tra le iniziative della Guardia di Finanza nel comparto della Spesa
Pubblica e ha lo scopo di ripristinare le condizioni di legalità a beneficio dei cittadini che
versano, effettivamente, in stato di bisogno.

Condividi:

Rispondi