Più risparmi e tutela dell’ambiente: prestigiosa certificazione per Aset Spa

Più risparmi e tutela dell’ambiente: prestigiosa certificazione per Aset Spa

FANO – “Adottare un sistema di gestione per la qualità rappresenta una decisione strategica per Aset Spa, che ha tra le sue priorità anche quella di ridurre l’impatto delle proprie attività sull’ambiente”. Così Lucia Capodagli, presidente della società a capitale pubblico, che si occupa di igiene ambientale, del servizio idrico e dell’illuminazione pubblica. La certificazione secondo la norma UNI EN ISO 14001 è stata rilasciata dal Rina, società con sede a Genova, “le cui competenze ed esperienze sono unanimemente riconosciute a livello internazionale”.

“L’adesione non era obbligatoria – ha sottolineato la Capodagli –: si tratta, dunque, di una scelta volontaria molto forte adottata dal nostro CdA, già chiaramente anticipata dal documento dedicato a qualità, sicurezza e ambiente. Ora siamo consapevoli che, da quando anche questo sistema è stato istituito in azienda, tutti sono tenuti al rispetto delle policy interne di gestione, perché vengono verificate annualmente dall’ente di controllo mediante audit. È la garanzia di un impegno concreto nel minimizzare l’impatto ambientale dei processi, prodotti e servizi”.

Presentando oggi l’ottenimento della certificazione, il presidente di Aset ha voluto evidenziare i vantaggi che ne seguono, a cominciare da quelli “di tipo ambientale, come la riduzione degli impatti, quella del rischio di incidenti e la maggiore certezza del rispetto della normativa ambientale, che significa anche minor rischio di contenziosi”. A questi, vanno aggiunti alcuni risparmi significativi in fatto di “acquisti di materie prime, di bollette
energetiche e di produzione di rifiuti”. La somma porta a una migliore immagine di Aset, verso il pubblico (“I cittadini devono sapere che non buttiamo via i soldi”) e verso i dipendenti (“Saranno ancora più efficienti, orgogliosi dell’ottimo risultato raggiunto grazie al loro impegno e si sentiranno sempre più parte di una squadra”).

Il primo obiettivo che si concretizza attraverso la certificazione è il risparmio di tra i 45 mila ed i 65 mila euro sulle fidejussioni previste per legge a tutela della salute pubblica e della salubrità ambientale delle aree in cui sorgono gli impianti di smaltimento (discariche). Grazie a questa certificazione già da quest’esercizio ASET potrà abbattere del 40% gli importi totali da porre a garanzia. “Parte di questa cifra – ha anticipato oggi la Capodagli – verrà utilizzata per effettuare altri servizi ai cittadini. Restiamo a disposizione degli enti comunali soci per definire le necessità dei territori”.

ASET S.p.A.

IMG_6315

IMG_6306

IMG_6303

IMG_6308

Presidente Capodagli e Management ASET

Condividi:

Rispondi