Peschereccio pesca fuori confine, multato dopo un inseguimento in mare

Peschereccio pesca fuori confine, multato dopo un inseguimento in mare

FANO – Nella tarda mattinata odierna, alle ore 12:30 circa, la motovedetta della Guardia Costiera di Fano CP 535, durante un pattugliamento delle coste di giurisdizione, ha accertato lo sconfinamento nel Compartimento marittimo di Pesaro di un motopeschereccio di Senigallia intento alla pesca delle vongole, intercettandolo a seguito di un breve inseguimento in mare. A nulla è valso il tentativo del reo, una volta avvistata l’unità della Guardia Costiera, di salpare velocemente gli attrezzi e dirigere verso il proprio porto base. La normativa vigente, è bene ricordarlo, consente alle “vongolare” di esercitare l’attività lavorativa solo nelle acque del proprio Compartimento marittimo di iscrizione, che nel caso di specie sarebbe stato quello di Ancona. Al Comandante del motopeschereccio è stata comminata una sanzione amministrativa di 4.000 euro in aggiunta al sequestro degli attrezzi da pesca impiegati, per violazione del decreto del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali datato 22/12/2000 e del decreto legislativo n°4/2012 (nuova disciplina Nazionale della pesca marittima).

Condividi:

Rispondi