Pesaro, taglio dei dirigenti da 18 a 10: «Un risparmio di circa 250mila euro all’anno»

Pesaro, taglio dei dirigenti da 18 a 10: «Un risparmio di circa 250mila euro all’anno»

PESARO – L’atto secondo della riorganizzazione della macchina comunale, approvato in mattinata dalla giunta, termina così: «Chiudiamo con un taglio importante dei dirigenti, che passano da 18 a 10. Il Comune si dividerà in tre macro-aree: Operatività, Gestione e Benessere». Matteo Ricci e Antonello Delle Noci confermano dunque ufficialmente i 250mila euro circa all’anno di economie nel riassetto dei ruoli di vertice (29 le posizioni organizzative, ndr). «Ci siamo mossi su tre direttrici: risparmio, velocità e semplificazione. Ora ci sarà più efficienza. E dal prossimo anno, lavoreremo per destinare i fondi ottenuti alla diminuzione delle rette degli asili». Le competenze di Cinzia Orlando – «era vincitrice del bando per uno dei contratti dirigenziali a tempo determinato, ma ha rifiutato per scelta di vita e familiare», comunica Delle Noci – saranno ripartite tra Daniele Ragnetti (Patrimonio) e Paola Nonni (Cultura). «Non faremo altre selezioni. Vorrà dire che scenderemo ancora nel numero dei ruoli di vertice», aveva stabilito il sindaco. Che, insieme all’assessore, rilancia: «Da oggi andiamo con la fase tre, quella che riguarda la riorganizzazione fisica e logistica degli uffici». Gli obiettivi sono l’ulteriore risparmio nelle spese d’affitto e una maggiore funzionalità. Conclusione a fine anno.

Condividi:

Rispondi