Pesaro, presentata l’edizione 2015 di “E se funzionasse?”

Pesaro, presentata l’edizione 2015 di “E se funzionasse?”

PESARO – La terza edizione del concorso ‘E se funzionasse?’, organizzata dai Giovani Imprenditori di Confindustria Pesaro Urbino, è stata presentata questa mattina a Palazzo Ciacchi. L’edizione 2015 coincide con il settantesimo anniversario della nascita dell’associazione degli industriali e, come ha spiegato Carlo Renzi, presidente del Gruppo, “vuole dare un sostegno ancora più concreto allo spirito imprenditoriale, come elemento chiave per sostenere il tessuto industriale della nostra provincia”.
Una delle novità, infatti, è la scelta di presentare i vincitori del concorso, oltre che alla platea di investitori dell’evento finale del 22 maggio, anche in occasione dell’Assemblea pubblica di Confindustria Pesaro Urbino. “Puntiamo a superare la quota di 100 progetti innovativi da esaminare – ha aggiunto Renzi – perché il desiderio di fare impresa e, soprattutto, l’idea di costruire progetti innovativi, nell’idea e nell’utilizzo delle tecnologie, si sta diffondendo con grande vigore nel nostro Paese e il 2015, in coincidenza con l’Expo di Milano, può trasformarsi in un vero e proprio boom, capace di dare sostegno all’uscita dalla crisi e nuova occupazione, soprattutto tra i giovani”.
‘E se funzionasse?’, tra l’altro, si conferma come uno dei pochi concorsi nazionali dedicato alle startup, che “non si limita a identificare i migliori progetti, ma costruisce intorno a essi un vero e proprio percorso di fattibilità, che accompagna le iniziative fino al confronto diretto con i possibili investitori”.
Massimiliano Londei, project manager di ‘E se funzionasse?’, ha ricordato che “tutti i partecipanti alle precedenti edizioni (150 progetti, ndr.) potranno ripresentare la loro idea imprenditoriale”. Naturalmente, chi è già arrivato in finale parteciperà nella sezione fuori concorso, mentre tutti gli altri saranno inseriti nella fase di selezione e audizione. “L’idea di dare un contributo ai 70 anni dell’Associazione – ha aggiunto – ci ha spinto a coinvolgere tutti i gruppi merceologici di Confindustria, chiamati a raccogliere idee fra i loro partecipanti e a contribuire alla fase di selezione e audizione”. Durante le fasi di formazione e tutoraggio, inoltre, il concorso prevede la possibilità che gli studenti universitari possano inserirsi nei team dei neo imprenditori.
L’edizione 2015 si aprirà anche a nuovi partner: oltre al gruppo Azimut, con il progetto ‘Siamo Soci’, e suoi partner, che ufficiosamente hanno riconfermato l’adesione, gli organizzatori puntano a coinvolgere anche Borsa Italiana, attraverso il progetto ‘Elite’, e Il Sole 24 ore, con il progetto ‘Back to Work 24’.
La fase di pre-registrazione dei partecipanti scadrà il prossimo 31 gennaio, mentre il 15 febbraio è il termine ultimo per la selezione delle idee da valutare in fase di audizione. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito del concorso: esefunzionasse.it.

Condividi:

Rispondi