Per Del Vecchio, Carloni avrebbe stretto accordi con la sinistra

Per Del Vecchio, Carloni avrebbe stretto accordi con la sinistra

FANO – “Se qualcuno non si era ancora spiegato perchè Mirco Carloni ha preferito rompere l’accordo con la coalizione di centrodestra, ora è tutto chiaro: ha stretto un vergognoso accordo con il centrosinistra che prevede di riportare la sinistra al governo della città in cambio di un suo ruolo primario in regione”. Sono parole del candidato a sindaco di “Insieme per Fano” ,Davide Delvecchio, che  analizza la posizione espressa in questi giorni sia da Seri che parla di “fantomatiche collaborazioni – dice Delvecchio – sia da Carloni che addirittura si concede il lusso, proprio lui, di parlare di poteri forti.

Non mi sorprende affatto questo clima di finta solidarietà  instaurata tra il centrosinistra  e il candidato sindaco Carloni.  Fa bene a parlare di poteri forti perchè sono quelli che lui stesso, insieme alla sinistra provinciale e regionale, stanno utilizzando a fini personali,  passando sopra la testa dei cittadini.

E’ arrivato il momento di parlare chiaro: l’accordo prevede che Carloni aiuti il centrosinistra a riprendersi Fano. Il motivo? La carriera personale di Carloni da una parte e la palese incapacità della sinistra di riuscirci con i propri mezzi.  Consapevole di non avere una forza politica, in termini di consensi con il NCD e di non riuscire a fare il sindaco a Fano,  Carloni ha svenduto la nostra città, la nostra coalizione di governo, il nostro futuro, pensando di poterla mettere  nelle mani della sinistra, in cambio di un ruolo regionale. Operazione però che non gli  consentiremo. Il sottoscritto non ha nessuna intenzione di svendere la nostra città, la sua crescita e le infinite potenzialità. Sarebbe tornare agli anni bui, significherebbe fare come i gamberi dieci passi all’indietro. E’ questa la politica che intendo combattere. La gente, gli elettori è bene che sappiano  quali sono gli accordi che Carloni  ha fatto con la Sinistra.  Un progetto ignobile quello di mettere una città sotto scacco solo per avere una poltrona, uno stipendio, un ruolo politico. 

La carriera personale di un singolo contro il futuro della nostra città.

Altro che casello di Fenile, altro che collaborazione. Per queste persone Ciò che conta  – conclude Delvecchio – non sono i cittadini ma le logiche spartitorie della politica fatta come mestiere e non come servizio”.

UFFICIO STAMPA

 

 

Condividi:
  1. Quando non si sa più come pubblicizzare il proprio prodotto si parla male del prodotto della concorrenza.

    Rispondi
  2. Gentile Laura, sta nella libertà democratica di questo paese poter esprimere il proprio pensiero. Poi, nello specifico, se rilegge il mio messaggio non ho assolutamente detto che non corrisponde a realtà ciò che viene esposto dal candidato Del Vecchio, soltanto che ritengo più utile in questa fase precisare le proprie idee per la città, piuttosto che screditare gli altri candidati, tutto qui. Immagino che Del Vecchio conosca le situazioni, è al governo di questa città da tanto (nonostante i giovani capelli neri). Cordialità.

    Rispondi

Rispondi