Parla Davide Rossi: c’era un accordo col Sindaco, ma “visto il putiferio politico” si è tirato indietro

Parla Davide Rossi: c’era un accordo col Sindaco, ma “visto il putiferio politico” si è tirato indietro

FANO – “Da oltre una settimana si è scatenato un forsennato dibattito che mi riguarda, sugli organi di informazione. Me ne sono tenuto fuori ma ora è giunto il momento che io mi esprima.
Dopo quasi un anno che non ci sentivamo, qualche tempo fa mi sono incontrato con il sindaco di Fano ed abbiamo pranzato insieme in un noto ristorante cittadino. Nel corso di quell’incontro, Seri mi ha raccontato delle difficoltà che sta incontrando la sua azione di governo (cosa che è, fra l’altro, sotto gli occhi di tutti) e mi ha manifestato il desiderio di avermi con se nella sua segreteria per aiutarlo a rendere più efficace il suo lavoro di sindaco. Io gli ho confermato la mia disponibilità ritenendo di poter essere utile alla città dove vivo e lavoro. Anche perché so che qualsiasi sindaco normale ha la prerogativa di incaricare in piena libertà persone di sua fiducia, all’interno della sua segreteria, ma evidentemente a Fano non è così e quindi si è scatenato il putiferio politico che abbiamo visto in questi giorni. Prendo atto che la mia candidatura a quel ruolo provoca enormi fibrillazioni all’interno della maggioranza che dovrebbe governare la città. Per di più crea problemi ad un sindaco che già di per se è in grossa difficoltà. Dunque, è nell’interesse della città che io tolga Seri da questa complicata situazione. Quindi, ritiro la disponibilità che gli avevo manifestato a quel pranzo, così che possa scegliere una figura più funzionale al mantenimento degli equilibri politici della sua coalizione. Da cittadino, mi permetto solo di dire che Fano avrebbe bisogno di un Sindaco coraggioso e libero dai condizionamenti partitocratici ma di questo ci sarà modo e tempo di tornare in altre occasioni”.

Davide Rossi

Condividi:

Rispondi