Paolini (Lega Nord): “Il metodo Grizzly fa giurisprudenza?”

Paolini (Lega Nord): “Il metodo Grizzly fa giurisprudenza?”

FANO – “Apprendo che i “ragazzi” del Grizzly hanno impedito, di fatto, con una barriera umana, per 3 ore, l’accesso di agenti di polizia, carabinieri e finanza ad un locale da loro abusivamente occupato ed utilizzato per attività varie. Gli agenti si erano ivi recati per esercitare controlli ed atti d’ufficio, ma, probabilmente per evitare scontri, dato l’elevato numero di “resistenti”, non hanno usato la forza e atteso i comodi degli occupanti per procedere.

Mi chiedo anche: ma se ritardare con mera resistenza passiva, per 3 ore, l’accesso delle autorità in un locale è considerato legittimo per il “Grizzly”…allora deve essere consentito a tutti.

Si apre così un mondo di opportunità per utilizzatori di lavoro nero, spacciatori, inquinatori, abusivi e similiari. “…Polizia / Ispettorato del Lavoro / Guardia di Finanza/NAS ….ci faccia entrare …! ” . Da oggi basterà schierare davanti la porta familiari , dipendenti, cuochi e camerieri e si potrà ritardare l’accesso ai locali di almeno 3 ore, nelle quali si potrà, ad esempio, buttare nello scarico la droga detenuta, distruggere o falsificare o rendere illeggibili memorie di computer o documenti, strappare il quaderno con gli appuntamenti e gli incassi in nero, stampare qualche scontrino o fattura omessi e “mettersi in regola” e quant’altro….

Sappiamo tutti che se una persona qualunque facesse quel che fa il “Grizzly” passerebbe un mare di guai. Purtroppo, ancora una volta, dobbiamo constatare che “loro” sono “loro” e i cittadini comuni sono ….quello che dice Alberto Sordi in un celebre film”.

Condividi:

Rispondi