Opere compensative: un tratto della Fano-Urbino non c’è più.

Opere compensative: un tratto della Fano-Urbino non c’è più.

FANO –Un tratto della ferrovia Fano-Urbino è stato divelto per permettere il passaggio della nuova strada. 

In netto contrasto e in dispregio con quanto approvato all’unanimità dalla Camera dei Deputati il 27 gennaio scorso con il disegno di legge per l’istituzione dei ferrovie turistiche mediante il reimpiego di linee in disuso o in corso di dismissione situate in aree di particolare pregio naturalistico e archeologico, nei giorni scorsi il comune di Fano ha permesso la definitiva distruzione della Ferrovia Fano-Urbino.

Spacciata per opera di compensazione per la costruzione della terza corsia autostradale, questa operazione ha  troncato il binario che da più di cento anni collegava  la costa all’entroterra.

 

Condividi:

Rispondi