Nuovo ospedale, Sinistra Unita: “No a Fosso Sejore. Dalla Regione altro passo falso”

Nuovo ospedale, Sinistra Unita: “No a Fosso Sejore. Dalla Regione altro passo falso”

FANO – “Un no fermo quello di Sinistra Unita all’ipotesi Fosso Sejore. Il quadro che si sta delineando sul tema della sanità è preoccupante, non solo per gli indirizzi che la Regione Marche sta assumendo rispetto al sito dove collocare la nuova struttura ospedaliera e alle modalità di finanziamento per la sua realizzazione, ma anche per la sconcertante disinvoltura con la quale sostanzialmente si bypassano le comunità locali e le istituzioni che le rappresentano così come le proposte e le richieste da esse rappresentate in questi mesi al governo regionale. Un vulnus democratico che non può non essere rilevato e denunciato senza esitazioni.

Nel merito Sinistra Unita ribadisce che il nuovo ospedale deve essere pubblico, avere il minimo impatto ambientale – condizioni da sempre inesistenti a Fosso Sejore – sia nella sua costruzione che nelle infrastrutture a esso collegate e avere una valenza provinciale. Per tutti questi motivi l’area ideale per la sua possibile ubicazione rimane quella di Chiaruccia, proposta avanzata dal Sindaco Seri e recentemente formalizzata dal Consiglio comunale di Fano con il consenso diffuso del territorio mentre non ha mai votato né in questa né nella precedente legislatura nessun atto o documento che indicasse Fosso Sejore come sito del nuovo ospedale.

In questo senso ribadiamo che il sito di Chiaruccia sarebbe quindi la soluzione migliore e, di contro, che quello di Fosso Sejore sarebbe la peggiore. Speriamo che la risposta della politica fanese sia forte e che non tradisca le aspettative e i bisogni dei nostri cittadini. E’ necessaria un confronto e una verifica immediata tra i Comuni del territorio e la Regione Marche perché, come ha ricordato il Sindaco Seri, “senza i Comuni, a cui spetta deliberare sulle varianti al Prg, non si può fare nulla”. E’ il caso che qualcuno se ne rammenti”.

Condividi:

Rispondi