Nuovo divieto temporaneo di balneazione nei tratti di mare antistante gli scolmatori n.17, n. 20 e n. 22.

Nuovo divieto temporaneo di balneazione nei tratti di mare antistante  gli scolmatori n.17, n. 20 e n. 22.

FANO – Nuovo divieto temporaneo di balneazione nei tratti di mare antistante la costa del territorio comunale, compreso tra  50 metri Nord e 50 metri Sud dall’ubicazione degli scolmatori di piena sotto evidenziati:

n. 17 Via Ruggeri “Sfioratore depuratore Sassonia Sud”
n. 20 Fosso degli ingegneri (Marsigliano);
n. 22 Bagni Marino; “Ponte Sasso Via Faà di Bruno n. 169”

CONSIDERATO  che  dalle analisi microbiologiche eseguite le uniche non conformità accertate nel precedente episodio di scarico a mare di scolmatori di piena sono state riscontrate nelle seguenti acque di balneazione:

IT011041013009  “Sfioratore Depuratore Sassonia Sud”
IT011041013021  – “Ponte Sasso Via Faà di Bruno n°169”
IT011041013014  – “Torrette Sottopasso Rio Marsigliano”

Il Sindaco di Fano Massimo Seri dispone:

La delimitazione temporanea e urgente delle zone sopra descritta con l’apposizione da parte dell’ufficio segnaletica comunale di appositi cartelli riportanti la scritta: “DIVIETO TEMPORANEO DI BALNEAZIONE” ordinanza n. 21 del 25/07/2014

che il Comando Polizia Municipale di Fano, La Capitaneria di Porto di Fano e Il Servizio Igiene e      Sanità Pubblica dell’ASUR n. 3 vigilino sul rispetto della presente ordinanza;

di informare i concessionari delle spiagge interessate di cui all’allegato elenco, che costituisce parte integrante del presente atto.

Gli atti istruttori citati nel presente provvedimento sono depositati presso il Settore IV – Servizi Territoriali ed Ambientali, U.O. Ambiente Via M. Froncini 2 Fano -ufficio competente per il procedimento amministrativo in questione-, ove con le modalità di legge è possibile prenderne visione ed estrarne copia nei giorni e negli orari di ricevimento: MERCOLEDI’ e VENERDI’ 08,30 – 13,30  MARTEDI’ 15,30 – 17,30

Contro il presente atto è ammesso ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo delle Marche entro il termine di giorni 60 (sessanta) dalla data di notifica, oppure ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro il termine di giorni 120 (centoventi) dalla data di notifica.

La seguente ordinanza viene trasmessa per quanto di competenza a
Ministero della Sanità, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare, Regione Marche, ARPAM, ASUR 3, Capitaneria di Porto di Fano,  Polizia Municipale di Fano, Carabinieri Fano, Polizia di Stato, Ufficio Segnaletica, Ufficio informazioni del Comune di Fano, Concessionari delle spiagge interessate.

Il documento è stato firmato digitalmente ai sensi e per gli effetti di legge

Il Sindaco

Massimo Seri

Condividi:
  1. qualcuno sa dove si trova questo fosso degli ingegneri??

    Rispondi

Rispondi