“Non ci resta che ridere amaramente “, giovedì nella chiesa di Sant ‘Arcangelo

“Non ci resta che ridere amaramente “, giovedì nella chiesa di Sant ‘Arcangelo

FANO – L’importante tema del rapporto tra generi ,delle relazioni di coppia , degli insuccessi e delle differenti forme di violazione dell’altra/o impone una costante sollecitazione a riconoscere i fattori di rischio o scatenanti il deteriorarsi di relazioni d’amore . Assistiamo ogni giorno in Italia a gravissimi fatti che forse avremmo potuto prevenire ed evitare , acquistando maggiore consapevolezza di dinamiche velate, nascoste impercettibili, spesso causa di tragedie irreversibili. E’ con la Compagnia teatrale dei Fangiulesi che il 25 Novembre 2015 abbiamo invitato studenti e docenti degli gli Istituti Superiori di Fano per assistere a questo spettacolo per giovani e adulti , i quali hanno accolto con grande partecipazione un ‘opera contemporanea di grande intensità emotiva, culturale e capace di sviluppare sul tema ilarità e sussulti.
Giovedì 7 Aprile, alle ore 21, la Compagnia Teatrale dei Fangiulesi in collaborazione con il Comune di Fano ,l ‘ Assessorato alla Cultura e l’assessorato alle Pari Opportunità proporrà nella chiesa di Sant ‘Arcangelo a Fano lo spettacolo “Non ci resta che ridere amaramente ” tratto dal testo ” Ferite a morte” dell autrice Serena Dandini.

L’ espressione artistica ha un fine di denuncia, contro quel, purtroppo sempre attuale, problema che è
il femminicidio, che verrà analizzato con sensibilità, profondita e pungente ironia. L’accompagnamento al contrabbasso è del maestro Thomas Bianchi.
Lo spettacolo è accolto all Interno della mostra pittorica di Mauro Drudi “Lei”
Connubio tra arti per dire basta alla Violenza sulle donne e non calare il sipario su questo tema.
Entrata di euro 10

Assessore Marina Bargnesi.

Condividi:

Rispondi