Noe, sigilli su area con 5 vecchi autobus Ami

Noe, sigilli su area con 5 vecchi autobus Ami

PESARO – “Abbiamo ricevuto un controllo del personale del Noe di Ancona, al termine del quale è disposto il sequestro di un nostro spazio aperto, all’interno del quale erano parcheggiati cinque vecchi autobus, anch’essi finiti sotto sequestro perché considerati dei rifiuti”. Lo ha annunciato il presidente di Ami, Giorgio Londei, il quale ha spiegato che si tratta “di un provvedimento forse dovuto, ma che ci ha sorpreso”. “Il nostro auspicio – ha aggiunto – è che tutte le spiegazioni già fornite e le ulteriori che si riterranno necessarie siano ritenute valide e accettabili, per cui chiederemo immediatamente il dissequestro dell’area”.
“Dal 2008 Ami è certificata Iso 14000 per l’ambiente – ha aggiunto Londei -: la nostra è un’azienda attenta e sensibile proprio alle tematiche ambientali e se, in questo caso, qualche procedura non è stata osservata a pieno, approfitteremo dell’occasione anche per rilanciare con maggiore incisività alcuni momenti formativi, che coinvolgeranno tutti i livelli aziendali”.
Secondo il presidente di Ami, inoltre, l’evento “si inserisce, purtroppo, in un momento molto complesso, che ha visto la nostra azienda, come tutte quelle del trasporto, soggetta a continui tagli e, al tempo stesso, a richieste crescenti di aumento dei servizi per via dell’aumento dei passeggeri, soprattutto nelle ore di punta”.
“Si tratta di temi tutti delicati e prioritari per Ami – ha concluso Londei -, che stiamo affrontando con non poche difficoltà, grazie soprattutto a tutti i nostri collaboratori, e nel rispetto delle regole, come ad esempio hanno confermato gli ultimi controlli sul numero dei passeggeri trasportati, effettuati dalla municipale di Pesaro”.

Condividi:

Rispondi