Musica troppo alta: sospesa la licenza ad un noto locale di Urbino

Musica troppo alta: sospesa la licenza ad un noto locale di Urbino

URBINO – Nella nottata appena trascorsa, a seguito di un’ attività congiunta della Polizia di Stato e dell’Arma Carabinieri, è divenuto esecutivo il provvedimento di sospensione della licenza di pubblico esercizio di un locale del centro cittadino di Urbino.
In particolare nella notte tra giovedì 13 e venerdì 14 c.m., nel corso di un servizio congiunto, personale della sezione amministrativa del locale Commissariato e dei Carabinieri interveniva presso l’esercizio in argomento, ove era in corso un intrattenimento danzante non autorizzato, con riproduzione di musica ad alto volume, udibile dalla piazza, mediante consolle gestita da d.j. e con l’esibizione di due “cubiste”, che ballavano sopra il banco di mescita.
L’attività attirava un gran numero di giovani, che ostruivano l’ingresso del locale, tanto che il personale intervenuto riusciva ad accedervi con grande fatica.
Nell’occasione veniva riconosciuto dai Carabinieri un cittadino marocchino, già noto in quanto tratto in arresto dalla Polizia, meno di due mesi prima, all’interno dello stesso locale, unitamente ad altre due persone per il reato di rissa.
Lo straniero, nella circostanza, si adoperava per avvertire il titolare della presenza degli appartenenti alle forze dell’ordine, tanto che questi si affrettava a far abbassare la musica e ad allontanare le “cubiste”.
Il Questore di Pesaro, in considerazione che già in precedenza il locale era stato sanzionato per l’emissione di musica ad alto volume durante la notte, emetteva un decreto di sospensione dell’attività per 15 giorni.
Inoltre il titolare dell’esercizio pubblico è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di dell’art. 681 c.p. per l’apertura abusiva di locali di pubblico spettacolo e sanzionato ai sensi dell’art. 666 c.p. per l’apertura di spettacoli o trattenimenti pubblici senza licenza.
Nella notte appena trascorsa numerosi sono stati anche i controlli effettuati dal personale della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia Stradale e del comando di Polizia Municipale.
Otto persone sono state sanzionate per l’inosservanza del divieto di consumo delle bevande alcoliche, due persone sono state identificate a seguito di una lite avvenuta all’interno di un pub, altre due sono deferite all’autorità giudiziaria per guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche. Complessivamente oltre 40 le persone identificate.
Una ragazza è stata ricoverata nelle primissime ore della mattina presso il locale Pronto Soccorso a causa del consumo eccessivo di bevande alcoliche.

Condividi:

Rispondi