Mondolfo, Natale al Museo in uno dei borghi più belli d’Italia

Mondolfo, Natale al Museo in uno dei borghi più belli d’Italia

MONDOLFO – Anteprima per l’iniziativa “Natale al Museo in uno dei Borghi più Belli d’Italia: Mondolfo” per questa edizione 2014. Anche la cultura, l’arte e la tradizione del territorio sarà infatti partner nelle due domeniche che precedono la festa del natale e che vedono la città a balcone sul mare ospitare mercatini, hobbistica, idee dell’ingegno e della creatività nel chiostro di S.Agostino. Per l’iniziativa “Il Natale più Bello nel Borgo più Bello: Mondolfo” domenica 14 e domenica 21 dicembre, infatti, il Museo Civico resterà aperto – sempre ad ingresso gratuito – così da permettere ai visitatori, curiosi ed appassionati anche un percorso fra le emergenze culturali. Da non perdere, poi, la visita libera al castello, l’abitato antico racchiuso dalla duplice cortina muraria quattrocentesca frutto del genio dell’architetto militare Francesco di Giorgio Martini. L’iniziativa “Natale al Museo in uno dei Borghi più Belli d’Italia: Mondolfo” è stata promossa dall’Assessorato alla Cultura e dall’Assessorato al Turismo del Comune in collaborazione con le Miniguide dell’Istituto Comprensivo Statale “Enrico Fermi” di Mondolfo e la locale sede dell’Archeoclub d’Italia, con possibilità di visita, ad ingresso gratuito in concomitanza con i mercatini nel borgo. Per informazioni: www.comune.mondolfo.pu.it .

in collaborazione con

Progetto Miniguide ICS “E.Fermi” Mondolfo

Condividi:
  1. Mondolfo: uno dei borghi più belli d’Italia, terrazza sul mare ecc. ecc. come pubblicizzato, mi trova d’accordo,Peccato però che non so in quale periodo qualche amministratore distratto od ignorante abbia permesso di fare scempio del chiostro di S, Agostino permettendo a non si chi di murare i fornici di un lato dello stesso chiostro, e costruendo, come se non bastasse, un altro fabbricato anche nell’area scoperta. Secondo me il chiostro, invece di accogliere iniziative espositive, dovrebbe essere chiuso al pubblico per nascondere la suddescritta opera vergognosa. Meglio ancora sarebbe demolire gli abusi, ma al più presto.

    Rispondi

Rispondi