Mondolfo e i Della Rovere per le Giornate FAI di Primavera 2018 24 – 25 marzo 2018

Mondolfo e i Della Rovere per le Giornate FAI di Primavera 2018  24 – 25 marzo 2018

MONDOLFO – Mondolfo fra le quattrocento località italiane coinvolte per la per la XXVI
edizione delle Giornate Fai di primavera, al via il 24 e 25 marzo in tutta Italia.
Uno dei borghi più belli d’Italia si appresta ad accogliere gli appassionati dell’arte e
della storia, con un appuntamento molto amato dagli italiani. Le Giornate FAI di
Primavera apriranno le porte di palazzi storici, aree archeologiche, borghi di antiche
tradizioni, colonie marine ed ex ospedali abbandonati, luoghi dello sport,
dell’artigianato e dell’industria, chiese e monumenti di solito chiusi e inaccessibili
oppure vissuti in modo diverso e parziale come a Mondolfo. Il fine settimana
prescelto è come sempre il primo dopo l’ingresso della bella stagione, sabato 24 e
domenica 25 marzo, un weekend in cui anche Mondolfo si racconterà tramite i suoi
angoli nascosti e preziosi, dando una rappresentazione concreta della vastità del
patrimonio culturale, storico e architettonico. Prendendo le mosse dall’antico stato
roveresco, con Giovanni signore di Senigallia, Mondolfo e del vicariato di Mondavio,
il gruppo FAI di Senigallia guidato da Eleonora Sabattini – con la collaborazione
degli apprendisti ciceroni dell’ICS “Enrico Fermi” e del Comune, oltre ai volontari di
diverse associazioni – ha coinvolto l’intero castello, l’abitato antico racchiuso dalla
duplice cortina muraria quattrocentesca frutto del genio militare dell’architetto senese
Francesco di Giorgio Martini. E proprio al legame con i Della Rovere sarà dedicata
questa edizione mondolfese delle giornate FAI di Primavera, per scoprire grandi
e preziose tele, stemmi, ritratti e baluardi conservati nella città fortificata sul
mare. Sabato dalle ore 15,30 alle ore 18,30, domenica con orario 9,30-12,30/15,30-
18,30 gli apprendisti ciceroni del “Fermi” condurranno alla scoperta di questo
patrimonio, per poter poi liberamente spaziare lungo i camminamenti di ronda, il
Belvedere del Castello ed i Musei civici, aperti ad ingresso gratuito anche in queste
giornate FAI di Primavera. Del resto, anche l’Armeria del Castello sarà
straordinariamente aperta nei pomeriggi di sabato e domenica, con la possibilità – nel
lungomura di Via Vandali – di ammirare repliche di armi antiche del periodo di
transizione, in una location di grande suggestione. Per maggiori informazioni:
www.fondoambiente.it

Condividi:

Rispondi