Mombaroccio: prima edizione della passeggiata naturalistica

Mombaroccio: prima edizione della passeggiata naturalistica

Il giorno 13 agosto 2015 si è svolta la prima edizione della passeggiata naturalistica a Monte Marino, evento nato da un’idea della Pro Loco di Mombaroccio per proporre qualcosa di diverso dai soliti schemi, cercando di collegarlo il più possibile alla scoperta della natura circostante e al rispetto del nostro ambiente. Fin da subito la Pro Loco Giovani di Mombaroccio si è attivata parallelamente per poter collaborare in maniera proficua alla realizzazione della serata e alla fine dell’evento, insieme al Direttivo vero e proprio, hanno potuto constatare l’ottima riuscita del tutto, rendendo orgogliose entrambe le parti, i giovani e gli adulti.
La passeggiata ha preso il via alle ore 18.30 circa presso il Casale Spadoni, preceduta da una breve introduzione del Presidente della Pro Loco di Mombaroccio Damiano Bartocetti e dai saluti delle autorità del Corpo Forestale dello Stato. Con quest’evento siamo riusciti a portare in questa magnifica parte del nostro territorio persone che a malapena conoscevano l’esistenza di Monte Marino, uno dei colli più alti del Comune di Mombaroccio da cui è possibile ammirare magnifici panorami, attirando così un elevato numero di curiosi, che poi sono rimasti esterrefatti alla vista della natura a loro circostante. Sensazioni incredibili.
L’intero gruppo di partecipanti si è ritrovato circa alle ore 19.00 presso l’arrivo della passeggiata, Monte Marino. Tutti hanno potuto vedere i due storici cipressi che sonno stati ripiantati nel periodo di marzo 2015, in occasione della Festa degli Alberi, per poter sostituire i precedenti che si erano seccati. La Pro Loco di Mombaroccio ha anche esposto delle cornici con le foto salienti della piantumazione dei due alberi. Il Presidente della Pro Loco e il Sindaco di Mombaroccio hanno portato un piccolo saluto ai presenti ed i ringraziamenti alle autorità presenti, lasciando poi la parola al Vicepresidente della Pro Loco e nonché curatore dei due cipressi recentemente piantati Varis Iacucci, che ha raccontato la storia di Monte Marino e dei due alberi in maniera molto precisa. Ulteriori spiegazioni e ringraziamenti sono arrivati dal Comandante della Stazione di Pesaro del Corpo Forestale dello Stato Ispettore Emilio Acone e dal Direttore del Centro Ricerche Floristiche delle marche Dott. Leonardo Gubellini.
Verso le ore 20.00, dopo aver goduto lo spettacolo del tramonto sullo sfondo delle colline circostanti, il gruppo si è potuto sedere al fresco del giardino del Casale Spadoni per poter cenare. I ragazzi della Pro Loco Giovani si sono impegnati nel servire le persone ai tavoli, ma un ringraziamento sentito va al giovane DJ Menco, che ha allietato la serata con i suoi mix di canzoni che hanno fatto ballare persone di qualsiasi età, dai piccoli ai grandi. L’ottimo menù composto da penne al sugo di cinghiale, porchetta nostrana e dolci secchi della casa hanno portato l’acquolina a tutti quelli a tavola e numerosi complimenti per la bontà e la semplicità dei cibi alle cuoche, che con maestria hanno preparato qualcosa di veramente ottimo. Circa a metà serata sono state consegnate due pergamene ai signori Varis Iacucci e Giorgio Barbaresi, rispettivamente da Sindaco di Mombaroccio e dal Corpo Forestale dello Stato, per l’impegno nella cura e nel mantenimento dei due cipressi di Monte Marino. Inoltre nel dopo cena è stato aperto un piccolo bar per poter prendersi un buon digestivo o un caffè, oppure per gustarsi il tipico vino con le pesche estivo.
La serata è proseguita con balli e musica, ma c’è comunque chi ha preferito conversare con i propri amici sotto la leggera brezza alzatasi a metà serata.
Per tutti i membri della Pro Loco è stata una grande soddisfazione e questo non fa altro che invogliarli a proseguire in questo cammino, quindi è probabile che già si stia lavorando e rifinendo per una prossima edizione, magari proprio il prossimo anno. Chissà cosa già sta bollendo in pentola? Lo scopriremo solo più avanti.

Condividi:

Rispondi