Marotta è unita. Il Consiglio regionale delle Marche ha così deciso

Marotta è unita. Il Consiglio regionale delle Marche ha così deciso

Con 22 voti favorevoli, 6 contrari e 3 astenuti, questo pomeriggio il Consiglio regionale delle Marche ha approvato la proposta di legge sul distacco della frazione di Marotta dal Comune di Fano e l’incorporazione nel Comune di Mondolfo. Il voto, riferisce un comunicato dell’Ufficio stampa dell’Assemblea legislativa, è stato espresso dopo un lungo dibattito in aula, più volte interrotto dal numeroso pubblico che assisteva ai lavori.

La proposta di legge, ad iniziativa popolare, è stata presentata nel febbraio del 2011, con l’obiettivo di unificare tutto il territorio di Marotta, frazione di circa 8 mila abitanti, nel Comune di Mondolfo. Attualmente il centro abitato è diviso tra i comuni di Fano, Mondolfo e una parte minima di San Costanzo. Geograficamente Marotta dista circa 6 chilometri da Mondolfo e 14 chilometri da Fano. Il 9 marzo scorso si è svolto un referendum consultivo, indetto con una delibera dell’Assemblea legislativa del 22 ottobre 2013, i cui risultati sono stati pubblicati nel Bollettino ufficiale della Regione Marche del 3 aprile 2014. L’Ufficio centrale regionale per il referendum, costituito presso la corte di Appello di Ancona ha proclamato con verbale del 14 marzo il risultato della consultazione: i sì sono stati 2.793, risposta negativa, i no 1.357, per un totale di 4.150 voti. Alla consultazione ha preso parte il 56,99% degli aventi diritto.

 

 

Condividi:

Rispondi