Maltempo, tromba d’aria tra Pesaro e Fano. Numerosi interventi dei Vigili del Fuoco – VIDEO

Maltempo, tromba d’aria tra Pesaro e Fano. Numerosi interventi dei Vigili del Fuoco – VIDEO

FANO – Una tromba d’aria tra Pesaro e Fano, pioggia e vento forte in provincia di Ancona, a San Benedetto del Tronto e nel Maceratese. L’improvviso peggioramento delle condizioni atmosferiche nelle Marche, con fenomeni intensi ma di breve durata in particolare sul litorale, ha reso necessari molti interventi dei vigili del fuoco soprattutto per piante finite in strada e su auto. Nell’ Anconetano sono stati 25 per alberi e rami spezzati: una pianta caduta ha bloccato la viabilità in via Toti ad Ancona. Vari interventi sono stati compiuti anche a Osimo e Chiaravalle. A San Benedetto del Tronto, oltre a piante finite in strada o su auto, sono caduti alcuni pali della luce; pezzi di cornicione sono piombati in strada in viale De Gasperi. Operazioni per liberare la sede stradale da piante, rami e altri oggetti trasportati dal vento, ci sono state nel Maceratese; ma anche tra Fano e Pesaro, interessate da una tromba d’aria.

Due ore di intenso lavoro, quelle passate nella tarda mattinata di oggi dai vigili del fuoco a causa dell’impetuoso vento di Bora che ha spazzato la fascia costiera con raffiche di vento di oltre 70 km/h e mare forza 7. Interventi diffusi per diversi rami caduti in strada che ostacolavano la circolazione, oltre a diverse grondaie in alcuni palazzi della zona mare a Fano e che per le forti raffiche si sono staccate pericolosamente dai loro supporti rischiando di cadere sui passanti. Anche nel Pesarese ci sono stati piccoli interventi da parte dei pompieri. Dal distaccamento di Fano si sono divisi in due squadre per rimuovere rami o piante che ostruivano le strade come in via Modigliani o nella zona industriale di Bellocchi. Intervento anche nel quartiere del Poderino per un grosso ramo caduto nei pressi della scuola Nuti. A Torrette di Fano invece il vento ha causato la caduta di un lampione dell’illuminazione pubblica in via Ammiraglio Cappellini, dove per la vicinanza con la linea ferroviaria è stato necessario l’intervento anche dei carabinieri e di una squadra dell’Enel. Grossi rami a terra ed una quercia secolare sulla strada che da Centinarola porta a Montegiove, Infine nella frazione di Fenile in via Del Colle, un grosso ramo di un pioppo è caduto su di una auto parcheggiata ma senza nessuno al suo interno.

FOTO: REPORTER DI STRADA – FANO TV

Un lampione della pubblica illuminazione caduto a Torrette di Fano.

Ramo caduto su un’auto in via del Colle.

In home page: albero caduto vicino alla scuola “Nuti”.

LA SITUAZIONE NEL RESTO DELL’ITALIA – (ANSA) – ROMA, 24 SET – La lunga estate sta cedendo il passo a temperatura più basse e, soprattutto, ad un forte vento che dalla serata avvolgerà quasi tutta l’Italia. Le intense raffiche oggi hanno già creato non pochi problemi ai trasporti: stamani per oltre due ore è rimasta paralizzata la linea ferroviaria Milano-Lecco-Sondrio, a Napoli pochissimi traghetti hanno assicurato i collegamenti nel Golfo, all’aeroporto di Pescara un volo è stato cancellato ed un altro dirottato su Ciampino. Una tromba d’aria si è invece verificata tra Pesaro e Fano, pioggia e vento forte in provincia di Ancona, a San Benedetto del Tronto e nel Maceratese decine gli alberi caduti. Il Dipartimento di Protezione Civile ha emesso un nuovo allerta meteo dalla serata di oggi, lunedì 24 settembre, proprio il persistere di venti da forti a burrasca, con raffiche fino a burrasca forte, dai quadranti nord-orientali, su Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise, in estensione a Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna. Possibili mareggiate sulle coste esposte. Praticamente è interessata quasi tutta l’Italia. In Trentino Alto Adige c’è stato un abbassamento della temperatura ed anche qui forte vento: a valle sono state registrate raffiche fino a 70 km/h, mentre in montagna anche fino a 110 km/h. Sempre per colpa del vento è rimasta paralizzata per due ore la linea ferroviaria Milano-Lecco-Sondrio poichè sono caduti alcuni alberi sulla massicciata e sulla linea elettrica. I ritardi dei treni sono stati tra i 15 e i 60 minuti. La circolazione ferroviaria è stata sospesa anche nella tratta fra Colico e Chiavenna (Sondrio). A Napoli per un forte vento di scirocco e un mare molto mosso sono stati pochi i traghetti che hanno assicurano i collegamenti tra Napoli e le località del golfo, resi ancora più difficili per lo sciopero da parte delle compagnie di navigazione. Nel pomeriggio il forte vento si è abbattuto anche sull’Abruzzo e nella zona dell’aeroporto di Pescara, il volo Ryanair proveniente da Varsavia, con arrivo previsto alle 14.20, è stato dirottato sull’aeroporto di Ciampino, mentre quello diretto nella capitale polacca è stato cancellato dal vettore. Il velivolo arrivato dalla Polonia ha tentato l’atterraggio nel capoluogo adriatico, ma, viste le condizioni meteorologiche, si è optato per il dirottamento nella Capitale. Anche a Bologna ci sono state conseguenze per il vento: finestre rotte, alberi caduti e un semaforo danneggiato dalle raffiche. Improvviso peggioramento del tempo, con brevi ma intensi fenomeni soprattutto sul litorale, anche nelle Marche, dove c’è stata una tromba d’aria tra Pesaro e Fano con alberi, pali e pezzi di cornicione caduti in molte zone della Regione.

 

Condividi:

Rispondi