Magazzini pieni, stop alle donazioni di viveri per i terremotati

Magazzini pieni, stop alle donazioni di viveri per i terremotati

FANO – Stop alle donazioni di cibo e vestiario alle popolazioni colpite dal terremoto. I magazzini sono pieni e gli operatori stanno facendo difficoltà a smaltire tutto il materiale pervenuto. L’appello arriva dalla Protezione Civile di Fano (“stop almeno fino a lunedì”) e da quella di Falconara. Da Pescara del Tronto il coordinatore del Gruppo Comunale di Protezione Civile di Falconara, Alessandro Ferrucci, comunica che i rifornimenti finora collezionati sono più che sufficienti. Alla stampa, contestualmente, il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio ha dichiarato: “Chiedo di non inviare cibo né indumenti, non abbiamo carenze.”Attivato fin da stamattina, il centro raccolta falconarese, presidiato dalla Protezione Civile e da alcuni volontari delle associazioni territoriali, è già saturo di alimenti e prodotti per la persona. Alla luce di ciò, pertanto, sentito il Sindaco di Falconara, il coordinatore si vede costretto a sospendere momentaneamente la proficua raccolta. Ferrucci ne approfitta, altresì, per ringraziare tutti coloro che si sono prontamente attivati per questa corsa solidale. Si specifica che il materiale finora raccolto sarà opportunamente inventariato e conservato dalla Protezione Civile di Falconara Marittima, in vista di possibili utilizzi futuri. Per chi volesse contribuire in denaro, ricordiamo il numero solidale della Protezione Civile per donare 2 euro con il telefono al numero 45500. 

 

Condividi:

Rispondi