M5S su Aset tributi gestita in house

M5S su Aset tributi gestita in house

FANO – Il nostro sindaco sta perdendo colpi e sta perdendo anche un pò la faccia. Dopo non aver visto un
refuso nel testo del protocollo di intesa tra Comune e Regione, dimenticandosi (forse) di inserire la
chirurgia di emergenza H24, dopo aver promesso un documento per il consiglio comunale
sull’organizzazione e pianificazione della Fano dei Cesari e non averlo presentato, dimostrando
di non aver alcun rispetto dei consiglieri, soprattutto dopo aver comunicato il programma sui
giornali, ora sta lasciandosi sfuggire di mano la questione Aset Entrate.
Proprio il 22 gennaio 2018 avevamo presentato in consiglio comunale una mozione per far sì che
entro pochi mesi si potesse riportare “in house” (cioè in mano completamente pubblica) questo
servizio di riscossione importantissimo. Infatti, ad oggi, la percentuale da riversare alla società
privata che gestisce il servizio è altissima, si va dal 19 al 24 per cento. Lo stesso servizio potrebbe
essere effettuato con efficienza ed efficacia dagli uffici comunali o da una società partecipata in
house, addebitando esclusivamente ai cittadini i costi di gestione e di servizio, senza maggiorazioni
per l’attività remunerativa privata.
Il Sindaco ci aveva risposto “Ci prendiamo un impegno (…) Bisogna fare un percorso di
coinvolgimento con l’analisi delle situazioni. (…) Ai firmatari chiedo di darci degli step durante i
quali ci aggiorniamo e faremo delle riunioni dove coinvolgiamo anche i Consiglieri per dare
aggiornamenti sulle tempistiche e sui percorsi che si vogliono far trovare la più ampia
condivisione perché la materia è complessa e ha un importante interesse. (…) Lo ripeto, ci diamo
un paio di mesi per iniziare la prima fase di riflessione e poi facciamo uno step. Mi prendo
l’impegno, come ho fatto anche su altri argomenti, di un coinvolgimento informativo dei Consiglieri”
Al che in consiglio abbiamo voluto essere certi di un cronoprogramma, chiedendo “A una
condizione, visto che ora apro l’agenda. Sindaco, mi dica qual è il mese in cui ci convocherà.”(…)
“Entro il 15 aprile, va bene, ci convocherà”
Peccato che il 15 aprile sia passato da un pezzo e proprio il 3 maggio in commissione garanzia e
controllo, il Presidente Aset ci ha comunicato che non ha ricevuto nessun indirizzo politico sulla
futura gestione di Aset Entrate.
Caro Sindaco, controlli l’agenda e fissi al più presto un incontro con i Consiglieri come ci aveva
promesso.

Condividi:

Rispondi