Lutto al Carlino. E’ morto Paolo Angeletti

Lutto al Carlino. E’ morto Paolo Angeletti

PESARO – Sono numerosi i messaggi di cordoglio per la morte a soli 57 anni del caposervizio del Resto del Carlino di Pesaro Paolo Angeletti. “Una scomparsa che lascia senza parole” dice la deputata di Sel Lara Ricciatti. “Paolo Angeletti era un validissimo professionista, un attento e curioso uomo di cultura, dotato di un raro senso dell’ironia. Una grave perdita per tutti noi affezionati lettori. Rivolgo il mio più sincero cordoglio alla famiglia e alla redazione del Resto del Carlino di Pesaro”. “Ho perso un amico, grande giornalista ma soprattutto persona eccezionale – scrive la senatrice del Pd Camilla Fabbri -. Paolo aveva quella curiosità verso il mondo che lo rendeva, dote preziosa anche nel suo ambito professionale, estraneo ad ogni settarismo e faziosità. Era capace di abbracciare, nelle sue analisi, la complessità del reale”. “Ricorderò – aggiunge Fabbri – come una delle esperienze più importanti della vita il nostro viaggio in Africa, dal quale tornammo profondamente cambiati, direi anche ‘cresciuti’. Di Paolo sentiremo forte la mancanza. Esprimo la mia vicinanza a suo fratello Ettore, alla famiglia e alla redazione del Resto del Carlino”. Parole di cordoglio anche dal presidente della Provincia di Pesaro Urbino Daniele Tagliolini e dall’ufficio stampa dell’ente. “La comunità provinciale perde un professionista sempre attento alle realtà culturali del territorio, che in questi anni ha saputo valorizzare con la sua competenza le tante manifestazioni e iniziative, dalle più grandi come la Mostra internazionale del Cinema, nel corso della quale ho avuto occasione di conoscerlo, alle più piccole ma sempre importanti per dare voce ai territori. Paolo Angeletti – scrive Tagliolini – è stato un giornalista acuto e capace di andare oltre le apparenze, per arrivare alla sostanza delle cose e dei fatti. Ai familiari e alla Redazione de Il Resto del Carlino esprimo le mie più sentite condoglianze”. (ANSA)

LUTTO AL RESTO DEL CARLINO – Lutto al Resto del Carlino di Pesaro. E’ morto improvvisamente Paolo Angeletti, 57 anni, celibe, giornalista e membro del cdr del quotidiano. Forse è stato un infarto che lo ha stroncato nella notte mentre si trovava seduto nel divano di casa dove viveva solo. A dare l’allarme i colleghi di lavoro che questa mattina lo hanno cercato invano al cellulare e non lo hanno visto arrivare in ufficio. Alle 13 il fratello Ettore insieme ad alcuni colleghi è riuscito a entrare in casa dove ha trovato Paolo seduto sul divano senza vita. Ai famigliari e a tutti i colleghi del giornale le condoglianze della redazione di Fano TV.

IL CORDOGLIO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE MARCHE  LUCA CERISCIOLI  “Cordoglio e dolore per la morte improvvisa di Paolo Angeletti, giornalista stimato e apprezzato da tutti. La sua capacità di raccontare e rappresentare la realtà della città di Pesaro resterà indelebile nel cuore di tutti noi. Un esempio per i colleghi e per chi in questi anni ha condiviso con lui fatti e avvenimenti della città e per chi ha lavorato con Paolo. Esprimo vicinanza ai famigliari e ai giornalisti della redazione del Resto del Carlino”. Lo afferma in una nota il presidente della Regione Luca Ceriscioli.

IL CORDOGLIO DEL SINDACO DI PESARO RICCI – «E’ una notizia terribile, che addolora profondamente la città. E’ stato un giornalista autorevole, autentico punto di riferimento per tutti: sempre attento, curioso, capace di stimolare Pesaro e contribuire alla sua opinione pubblica con spunti e riflessioni di grande cultura e caratura. Un vero professionista, dal tratto umano e cortese, aperto all’ascolto e al dialogo: la sua voce ci mancherà. Siamo vicini ai familiari e ai colleghi della redazione pesarese del Carlino. Il suo ricordo sarà con noi». L’ufficio stampa del Comune si unisce al cordoglio.

Condividi:

Rispondi