Lucia Salucci e Aramis Garbatini: Ecco il nostro “Progetto per Fano”

Lucia Salucci e Aramis Garbatini: Ecco il nostro “Progetto per Fano”

FANO – Vogliamo iniziare questo nostro ruolo di opposizione con un contributo costruttivo per il governo del territorio, evitando contestazioni inutili e proponendo invece soluzioni idonee a fare ripartire l’economia della città.
Sottolineiamo in primo luogo l’urgenza nell’intervenire nei diversi settori con precisione e celerità, ricorrendo alla semplificazione del sistema perché si possa agire in modo efficace alla risoluzione delle problematiche che oggi sono sotto gli occhi di tutti.
Vorremmo che vengano attuati interventi efficaci che garantiscano qualità della vita su tutto il territorio, intervenendo con una nuova fiscalità che incentivi e premi chi vuole investire per creare lavoro e servizi.
Proponiamo che venga preso in considerazione il contatto con i comuni limitrofi per redigere insieme un piano intercomunale per portare il traffico pesante fuori dalla statale adriatica e quindi dal centro abitato con la realizzazione di una complanare in affiancamento all’asse autostradale e una pista ciclopedonale che colleghi i vari territori, incentivando cosi’ l’uso di mezzi pubblici ed alternativi attraverso il servizio di car e bike sharing.

Contemporaneamente si dovranno valutare le diverse parti di territorio disagiate sulle quali promuovere piani particolareggiati che vadano a risolvere e completare i servizi mancanti. Tali interventi dovranno essere capaci di incentivare la microeconomia.

Tutto questo potrà avvenire se la nuova amministrazione procederà con organicità, coerenza e trasparenza, dando un segnale chiaro, meritocratico e responsabile, condividendo fin dall’inizio le scelte con i rappresentanti dei cittadini in consiglio comunale, evitando di trovarsi in consiglio comunale a votare scelte già decise.

Il rinnovamento che proponiamo dovrà avere quindi come caratteristiche imprescindibili la semplificazione delle procedure, lo snellimento burocratico e l’attivazione degli strumenti idonei a stimolare l’economia ed i posti di lavoro. Solo così facendo l’amministrazione creerà  opportunità e non ostacolerà lo sviluppo.
Siamo pronti a contribuire a questa nuova stagione attraverso il nostro mix di conoscenze e culture specifiche partendo dal processo di scelta e definizione delle riforme.
Sara’ questo il nostro modo di fare opposizione. Una opposizione sana e concreta che miri alla crescita economica, turistica e culturale della nostra bellissima città.

Riqualificare il litorale per ridare uno sviluppo concreto al turismo.

Come gruppo consiliare di opposizione, chiediamo al sindaco ed alla nuova giunta se vi e’ l’intenzione di riqualificare il nostro litorale attraverso piani particolareggiati che vadano a risolvere quelle problematiche persistenti e purtroppo generalizzate in cui versa oggi il nostro tratto costiero.
In particolare, parliamo delle aree a nord e a sud del comune, che oggi sono prive di un qualsiasi decoro urbano. Chiediamo perciò che il litorale venga dotato di una pista ciclopedonale collegata e coordinata con i relativi servizi ed attrazioni per poterla rendere una gradevole passeggiata; vorremmo inoltre che vengano individuate delle aree da destinare a parcheggio e sosta camper per il cosiddetto turismo alternativo e che il litorale venga dotato di adeguati sottopassi per l’accesso al mare che attraversino anche la statale adriatica.
La stagione balneare è appena iniziata e siamo sempre alle solite: auto parcheggiate lungo le strade con multe che fioccano e scoraggiano i turisti, sottopassi allagati ed inagibili alla prima pioggia, divieti di balneazione in prossimità degli scolmatori che diventano in alcuni casi molto pericolosi poiché creano voragini di oltre un metro.
Chiediamo che questa stagione inizi con il verso giusto, che si promuovano sin da subito interventi mirati ed un piano particolareggiato partecipato atti a risolvere queste problematiche urgenti e puntuali, per far si che il nostro litorale torni ad essere dignitoso e competitivo rispetto a quello dei comuni limitrofi.

Aramis Garbatini – capogruppo Progetto Fano
Lucia Salucci – portavoce Progetto Fano

Condividi:

Rispondi