Luca Serfilippi verso l’addio a La tua Fano. Non ci sto a fare la vittima sacrificale di Aguzzi

Luca Serfilippi verso l’addio a La tua Fano. Non ci sto a fare la vittima sacrificale di Aguzzi

FANO –  La cronaca politica di questi giorni sta dando uno spettacolo indecente e indecoroso. I personalismi e la voglia di carrierismo politico hanno prevalso sulla responsabilità che ogni amministratore in questi momenti dovrebbe avere. I fanesi meritano molto di più, sono mesi che assistiamo a proclami elettorali dove vi sono pochissime proposte concrete e di prospettiva per il bene della città. Da un lato abbiamo gli ex Pdl, oggi Forza Italia e Nuovo Centro Destra, che in questi anni hanno spesso fatto mancare il numero legale in consiglio comunale e portato avanti battaglie fatte di interessi di parte e personalismi senza mai guardare al benessere complessivo della città.

Dall’altra la mia lista civica nella quale sono entrato a fare parte cinque anni fa perché credevo potesse avere un ruolo trainante nell’amministrazione e fosse libera dagli schemi politici. Purtroppo così non è stato, spesso anche lo stesso sindaco ha ceduto alle richieste dell’ex Pdl svuotando la forza della lista civica, il cui peso ė andato lentamente a diminuire. Io stesso, valutando l’operato dell’amministrazione, mi sono ritrovato a cercare di riportare la discussione su temi concreti con la mia agenda di fine mandato, che non ha però trovato l’appoggio complessivo dei miei colleghi di giunta (sindaco escluso).

Ad oggi, dopo la disgregazione della coalizione, vengo tirato in ballo dal sindaco Aguzzi nell’ipotesi che La Tua Fano vada da sola alle amministrative, facendo il mio nome come suo possibile successore (nonostante avessi detto che non sono disponibile a tale prestigioso incarico). Il sindaco non ha però detto alla stampa ciò che ha affermato in riunione interna, ovvero che in questa ipotesi lui non si candiderebbe con la lista civica, ma sarebbe aperto anche ad altre ipotesi. A fare la vittima sacrificale di una sconfitta già preannunciata, che suona tanto di una semplice rassicurazione fatta tra l’altro non solo a me, io non ci sto. Per questo esprimo con forza il mio disappunto e chiedo per l’ultima volta concretezza e serietà. Vorrei che la discussione si riporti immediatamente sui temi reali, concreti che riguardano lo sviluppo strategico e di prospettiva per la nostra città, quei temi che 10 anni fa sono stati il collante della nascita di “Uniti per Fano” e che oggi sono stati completamente abbandonati.

Luca Serfilippi

Assessore Comune di Fano

Condividi:

Rispondi