Lista D’anna, si ricomincia con la difesa dell’Ospedale di Fano

Lista D’anna, si ricomincia con la difesa dell’Ospedale di Fano

FANO – Abbiamo proposto alla città una squadra di qualità. L’obiettivo era quello di arrivare al ballottaggio pur nella consapevolezza delle difficoltà che avremmo incontrato avendo scelto, anche per rispetto degli elettori e dei candidati, di non farci affiancare da liste “civetta”. Ci siamo presentati con la nostra esperienza, col nostro vissuto, con la nostra professionalità. Non siamo al ballottaggio, come avremmo voluto, ma siamo la prima Lista Civica di Fano per consensi e la terza forza politica della Città. Un risultato di tutto rispetto. Mentre altri sono stati costretti ad ammainare la bandiera il nostro è un’alza bandiera. Un piccolo esercito pronto ad affrontare con serietà il compito di proporre soluzioni e vigilare chi andrà ad amministrare la città. Senza preconcetti.

Continueremo la nostra battaglia a difesa dell’Ospedale Santa Croce e metteremo alla prova forze di maggioranza ed opposizione che in questa campagna elettorale sembrano aver sposato la nostra battaglia storica. Chiederemo a tutti, appena si insedierà il nuovo Sindaco, di sottoscrivere una mozione che abbiamo già preparato, con la quale inviteremo la nuova amministrazione comunale e i rappresentanti dell’opposizione a sollecitare i propri rappresentanti in Regione a far discutere ed approvare la proposta di legge, che ho presentato già da un anno, che prevede l’eliminazione dell’Azienda Marche Nord e il ritorno a due ospedali, quello di Fano e quello di Pesaro che lavorano in collaborazione ma senza prevaricazioni e umiliazioni come accade oggi.

Utilizzeremo lo stesso metodo su altri importanti temi. Disponibili a collaborare ,proporre condividere, determinati nel denunciare e contrastare quanto non va.

Con questo serio impegno ringraziamo quei cittadini ci hanno permesso di essere la terza forza politica della città e la prima Lista Civica di Fano.

 

Giancarlo D’Anna

Condividi:
  1. ma tra i rappresentanti in regione mi sembra che ci sia proprio D’Anna !

    Rispondi

Rispondi