Lettera aperta a Hadar Omiccioli (di Massimo Seri)

Lettera aperta a Hadar Omiccioli (di Massimo Seri)

Caro Hadar,

E’ la prima volta che mi capita di essere accusato di non presentarmi ad un dibattito al quale non sono stato coinvolto,  ma tant’è, questa campagna elettorale riserva tante sorprese.

Una di queste è essere chiamato dal mio avversario, tra i suoi militanti, a giurare che rispetterò il mio programma quando verrò eletto.

Credevo che tu fossi il mio avversario al ballottaggio, non il notaio.

Al di là delle battute, gli impegni sul programma li ho già presi, ma di fronte ai cittadini, con tutta la coalizione che mi sostiene.

Su quell’impegno, sulla mia storia e sulla capacità di costruire una alternativa credibile, il centrosinistra ha ricevuto un importante voto dai cittadini di Fano al primo turno.

Mi perdonerai se stasera non farò saltare degli incontri che ho concordato da settimane con i cittadini, per giustificare il mio programma davanti agli attivisti dei 5 Stelle.

Avremo altre occasioni. Già domani, quando avremo modo di confrontarci a Radio Fano alle 9,30 e, poi, venerdì alle 20,45 su Fano TV.

Incontri pubblici fissati da giorni, nei quali potremo discutere su diversi temi.

Se ciò non bastasse, sono ovviamente disponibile a fissare un ulteriore dibattito, ma caro Hadar, questa volta sentiamoci prima.

Un caro saluto.

Massimo Seri

 

Condividi:

Rispondi