Legittima difesa, raccolte 150 firme da FdI-AN per la petizione popolare

Legittima difesa, raccolte 150 firme da FdI-AN per la petizione popolare

FANO – Sono state raccolte circa 150 firme in poche ore, durante il banchetto di Sabato mattina sul corso di Fano per la petizione popolare sulla LEGITTIMA DIFESA, per invitare Governo e Parlamento a rivedere la Legge sulla legittima difesa e attuare misure atte a contrastare il dilagante fenomeno dei furti contro la proprietà privata . Oggi in questo paese,troppe brave persone rischiano di essere trattati da carnefici solo per essersi difesi o sono semplicemente vittime della malavita.
Da sempre Fratelli d’Italia si batte per veder garantito il diritto di ogni cittadino di difendersi. Non è accettabile che chi tenta di difendersi dall’aggressione dei criminali diventi vittima due volte, dovendo affrontare anche un processo per lesioni aggravate, eccesso di legittima difesa, oppure, nei casi più drammatici, per omicidio volontario.
Siamo consapevoli del fatto che in una situazione che vede ridurre le risorse destinate al controllo del territorio, unita all’incremento dei crimini che minacciano l’incolumità sia fisica che patrimoniale dei cittadini fin dentro le loro case o dentro i loro esercizi commerciali, diventa necessario garantire a ogni cittadino il diritto di poter difendere se stesso, i propri cari e i propri beni da criminali sempre più spietati.
Il caso Stacchio è il caso più rappresentativo di un onesto cittadino impaurito ed esasperato dalla criminalità al quale non possiamo rimproverare nulla, ma solo ringraziarlo per il suo coraggio, avendo salvato, oltre se stesso, anche altri cittadini indifesi. Ora che è accusato di eccesso di legittima difesa, non possiamo lasciarlo solo ad affrontare le insidie di una giustizia che troppo spesso sembra difendere i criminali e punire gli onesti.
Sosterremo Stacchio partecipando e promuovendo tutte le iniziative che si riterranno utili per chiudere celermente questa vicenda. Lo Stato deve schierarsi sempre con i cittadini onesti e contro i criminali, per questo ci auguriamo che sia applicato correttamente l’art. 52 del Codice Penale sulla legittima difesa, prima che la vita di quest’uomo che si è salvato dai banditi sia rovinata da qualche zelante rappresentante dello Stato.
Vogliamo ringraziare i molti Fanesi che si sono fermati, facendo la fila per sostenere questa iniziativa e invitiamo tutti gli altri nel tornare il prossimo Sabato mattina sempre su Corso Matteotti per continuare questa raccolta firme.
Non c’è libertà senza sicurezza e FdI-AN sarà sempre in prima fila dalla parte degli Italiani per bene che chiedono e pretendono Giustizia.

Angelo Bertoglio
Portavoce provinciale FdI-AN Pesaro Urbino

Alessandro Sandroni
Portavoce comunale FdI-AN Fano

Condividi:

Rispondi