Legittima difesa, FdI-AN avvia una petizione popolare per invitare a rivedere la legge

Legittima difesa, FdI-AN avvia una petizione popolare per invitare a rivedere la legge

PESARO – “Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale avvia in tutto il territorio provinciale, iniziando il prossimo fine settimana a Fano, una petizione popolare per invitare Governo e Parlamento a rivedere la Legge sulla legittima difesa e attuare misure atte a contrastare il dilagante fenomeno dei furti contro la proprietà privata . Oggi in questo paese,troppe brave persone rischiano di essere trattati da carnefici solo per essersi difesi o sono semplicemente vittime della malavita.
Da sempre Fratelli d’Italia si batte per veder garantito il diritto di ogni cittadino di difendersi. Non è accettabile che chi tenta di difendersi dall’aggressione dei criminali diventi vittima due volte, dovendo affrontare anche un processo per lesioni aggravate, eccesso di legittima difesa, oppure, nei casi più drammatici, per omicidio volontario.
Siamo consapevoli del fatto che in una situazione che vede ridurre le risorse destinate al controllo del territorio, unita all’incremento dei crimini che minacciano l’incolumità sia fisica che patrimoniale dei cittadini fin dentro le loro case o dentro i loro esercizi commerciali, diventa necessario garantire a ogni cittadino il diritto di poter difendere se stesso, i propri cari e i propri beni da criminali sempre più spietati.
Il caso Stacchio è il caso più rappresentativo di un onesto cittadino impaurito ed esasperato dalla criminalità al quale non possiamo rimproverare nulla, ma solo ringraziarlo per il suo coraggio, avendo salvato, oltre se stesso, anche altri cittadini indifesi. Ora che è accusato di eccesso di legittima difesa, non possiamo lasciarlo solo ad affrontare le insidie di una giustizia che troppo spesso sembra difendere i criminali e punire gli onesti.
Sosterremo Stacchio partecipando e promuovendo tutte le iniziative che si riterranno utili per chiudere celermente questa vicenda. Lo Stato deve schierarsi sempre con i cittadini onesti e contro i criminali, per questo ci auguriamo che sia applicato correttamente l’art. 52 del Codice Penale sulla legittima difesa, prima che la vita di quest’uomo che si è salvato dai banditi sia rovinata da qualche zelante rappresentante dello Stato.”

Con la presente, Vi alleghiamo copia della petizione popolare e la foto di Giorgia Meloni con Graziano Stacchio.

Angelo Bertoglio
Portavoce provinciale FdI-AN Pesaro Urbino

Alessandro Sandroni
Portavoce comunale FdI-AN Fano

Condividi:
  1. Pienamente concorde. Siamo sotto tiro di tutti i delinquenti comuni e professionisti. Il Governo ci aiuta……..facendo tagli di tutti i tipi alle forze dell’ordine, che guadagnano quasi una miseria in confronto al rischio che corrono, danno loro le armi e se le usano, vanno sotto processo. Ma che futuro abbiamo, in questo modo! L’art. 52 del codice penale è stato “allargato” per la legittima difesa con la legge n.59 del 13-02-2006, che prevede, in alcuni casi l’impunità.

    Rispondi
  2. “Siamo consapevoli del fatto che in una situazione che vede ridurre le risorse destinate al controllo del territorio..” il problema è racchiuso in questa frase che scrivete. Perché? Perché bisogna ridurre le risorse destinate al controllo del territorio e i costi della politica(sperperi a non finire) rimangono inalterati? Siamo al grottesco, alla farsa, discutere sull’ovvio e lo scontato…assurdo, non arriveremo mai!

    Rispondi
  3. purtoppo questa e´la intellgenza dei nostri magistrati, loro hanno protezione e scorte sono quase tutti delgli emeriti buffoni, parassiti, mafiosi e pertanto difendono i loro compagni di merenda, ROM, spacciatori, assasini, rapinatori, & C. vivo all´estero per qualche mese all´anno, chi entra in casa mia abusivamente , lo stendo senz problemi in quanto la legge di questo paese me lo permette, morte sua vita mia

    Rispondi
    • Non recrimino sul tuo stato d animo ma ti informo che le leggi vengono proposte votate ed approvate in parlamento non nei tribunali li in caso vengono applicate.

      Rispondi
  4. io sarei per inasprimenti ancora più drastici ma in mancanza di meglio…..ben venga la cara vecchia legittima difesa !!!!! e diritto di proprieta per cui chi oltrepassa quella recinzione sa a cosa va incontro!!!!!! in america lo fanno da sempre, recinzione con paletti e filo altezza 30 cm e scritta ” pericolo non oltrepassare” credo sia chiaro no???

    Rispondi
  5. una legge sacrosanta chi entra senza un invito a casa mia paghera’ pesanti conseguenze questa e’ la legge migliore che potessero fare sta ciurma di manigoldi

    Rispondi
  6. E’ impensabile che chi attenta alla vita dei liberi ed onesti cittadini sia tutelato come e meglio della vittima. Questa non e’ civilta’ ma menefreghismo di una classe politica inadeguata, menefreghista e connivente. Ben vengano proposte che aiutino il cittadino a non subire la beffa di questo stato fantoccio oltre il danno subito

    Rispondi
  7. E’ impensabile che chi attenta alla vita dei liberi ed onesti cittadini sia tutelato come e meglio della vittima. Questa non e’ civilta’ ma menefreghismo di una classe politica inadeguata, menefreghista e connivente. Ben vengano proposte che aiutino il cittadino a non subire la beffa di questo stato “cattivello” (ho dovuto cambiare parola perche’ quanto avevo scritto sullo stato, per fb era da moderare) oltre al danno subito

    Rispondi
  8. Finalmente sono finiti i tempi che se trovavi un ladro in casa che ti picchiava e ti derubava gli dicevi: faccia con comodo io intanto telefono ai carabinieri che la vengano a prendere,

    Rispondi
  9. Oh finalmente una bella notizia!!!!!!Meglio tardi che mai!!!!!E’ giusto che sti delinquenti trovino anche qualche proiettile che gli vola addosso!!!Il domicilio va difeso e la vita di chi ci abita anche!!!!!L’America fa scuola,basta copiare!!!!!Almeno le leggi che ci fanno sentire più sicuri applichiamole!!!!

    Rispondi
  10. Mi associo al coro di tutti. Ben venga una legge che preveda la difesa entro le mura di casa ed aree recintate. Chi entra per rubare o fare del male non merita niente. Considerato che le forze dell’ordine non sono né tutelate, né equipaggiate e le loro risorse sono soggette a tagli, diventiamo noi stessi difensori della legalità. Adesso sono difesi i delinquenti e non le persone oneste. I politici che fanno le leggi, le facciano chiare e precise senza arzigogoli su cui gli avvocati, che fanno il loro lavoro, ci possono “ricamare” a loro piacimento.

    Rispondi
  11. Bocchetta Osvaldo 18 marzo 2015, 13:54

    Se nemmeno in casa propria è possibile difendere i propribeni,vita ,pastrimonio si
    configura la costitiuzione di uno stato criminale che cerca di far trovare inermi i cittadini in modo da agevolare i delinquenti,spesso manco italiani. Si questo stato mi fa schifo

    Rispondi

Rispondi