L’associazione Ies consegna gli attestati del corso di tablet al consiglio direttivo Avis

L’associazione Ies consegna gli attestati del corso di tablet al consiglio direttivo Avis

FANO – Si è concluso, con la consegna dei relativi attestati, il Corso Tablet per i membri del Consiglio Direttivo dell’ Avis di Fano. Il corso è stato organizzato dall’ Associazione Culturale Informatica e Società Digitale (IES) in collaborazione con la Banca Suasa Credito Cooperativo che ha messo a disposizione i tablet utilizzati per i corsi  precedenti effettuati ai propri associati.

Hanno partecipato al corso la Presidente Avis di Fano Giuliana Peroni, il vicepresidente Andrea Vitali, i membri della segreteria e altri consiglieri. La docenza è stata svolta dai giovani studenti dell’ Associazione IES: Sofia Grussu e Alberto Ragnoni.

Il progetto “I Giovani: Nativi e Formatori Digitali” redatto dal Prof. Domenico Consoli vuole divulgare la cultura informatica e l’utilizzo delle nuove tecnologie (smartphone/tablet) a tutte le persone della comunità locale.

“Oggi – spiega il prof. Domenico Consoli – viviamo nell’era tecnologica e siamo circondati da dispositivi digitali.  I giovani utilizzano questi strumenti con una certa dimestichezza e velocità e possono trasmettere questa loro “manualità tecnologica” agli adulti. Gli adulti possono utilizzare questi dispositivi nel lavoro, per interfacciarsi con le amministrazioni pubbliche (e-democracy) e nella vita privata  per comunicare con colleghi, parenti e amici. Il progetto è da inquadrarsi anche in un contesto di cittadinanza attiva e di inclusione “digitale” visto che tende a ridurre il gap tecnologico dei cittadini della terza età nei confronti delle nuove tecnologie. Il progetto ha dei risvolti anche in campo sociale dato che mette in contatto le due generazioni: i nativi digitali e i nativi cartacei. I giovani insegnano agli adulti ad usare i tablet e le app mentre le persone adulte trasmettono ai giovani esperienze e valori quali i principi morali, l’impegno nel lavoro e nel sociale, i sacrifici, ecc… Per i giovani docenti questo progetto rappresenta anche un primo inserimento nel mondo del lavoro visto che percepiscono un contributo monetario in base alle ore svolte. Questo implica da parte loro il saper organizzare e preparare le lezioni che devono svolgere, un maggiore impegno nel ruolo di protagonisti attivi a differenza del contesto tradizionale dove vivono quotidianamente nella veste di  studenti. I dirigenti e consiglieri Avis si sono congratulati con il referente del progetto per le competenze e la serietà con cui i giovani docenti hanno svolto il loro compito. L’Associazione IES e la BCC Suasa ringraziano l’Avis di Fano per aver messo a disposizione la loro sala riunione come sede del corso”.

 

Condividi:

Rispondi