La replica di Noi Giovani: “Il degrado culturale degli anni passati non si cancella”

La replica di Noi Giovani: “Il degrado culturale degli anni passati non si cancella”

FANO – “Sono sorpreso nell’apprendere di questa iniziativa. Sorpreso, nel vedere ragazzi che avrebbero potuto partecipare in maniera produttiva e soprattutto propositiva al dibattito politico, sottostare ai soliti meccanismi delle parti politiche, accaparrandosi un briciolo di visibilità, oltretutto con iniziative già sperimentate.
Eppure mi sento di ricordare loro di quando, a fronte di un momento economico certo più favorevole, la giunta di centrodestra spendeva soldi pubblici per pagare Valeria Marini e le sorelle Lecciso; di quando il degrado non era solo nell’incuria di un luogo o in un’aiuola non sistemata, ma era un degrado culturale oltre che urbano. E mentre l’incuria e i segni del tempo possono essere cancellati, quella forma di degrado culturale a cui ci avevano abituati, cari giovani, rimarrà come segno distintivo dei dieci anni passati”.

Edoardo Carboni – Segretario “Noi Giovani”

Condividi:

Rispondi