La Regione ha scelto il sito del nuovo ospedale unico

La Regione ha scelto il sito del nuovo ospedale unico

La Regione Marche ha concluso l’iter per l’individuazione del sito dell’ospedale unico della provincia di Pesaro Urbino. Attraverso una ‘web app opensource’, realizzata dal servizio informatica, è stato individuato il punto baricentrico dove costruire il nuovo ospedale dell’Azienda Ospedaliera Marche Nord. “Nell’impossibilità di arrivare a una sintesi politica – spiega il presidente Luca Ceriscioli – la Regione ha utilizzato un’app per raggiungere una scelta più tecnica e oggettiva possibile, che, nel caso in cui dovesse servire, verrà utilizzata anche per individuare i siti più idonei per i nuovi nosocomi delle province di Macerata e Ascoli Piceno”. Il risultato è già stato inviato al presidente della conferenza dei sindaci di Area Vasta 1, Maurizio Gambini. A chiudere la partita sarà la prossima assemblea dell’area Vasta, che potrà decidere criteri sulla base dei quali ridurre i tempi di percorrenza dei siti. “Per non influenzare la scelta – aggiunge Ceriscioli – il file con i risultati già in possesso del sindaco Gambini potrà essere aperto solo dopo che l’assemblea avrà fissato i criteri correttivi. Nel caso in cui l’assemblea non si mettesse d’accordo, si potrà comunque mostrare la tabella, che di fatto costituirà la scelta del sito raggiungibile in meno minuti. Il percorso si è chiuso e sarà un concorso fra i tempi misurati oggettivamente dalla regione e i criteri che i sindaci si vorranno dare a determinare il nuovo sito dell’ospedale”.

Ecco le lettere di Ceriscioli a Gambini

Gentile Presidente,
nell’ultima Conferenza dei Sindaci tenutasi ad Urbino il 20 luglio scorso sono stati comunicati i criteri sui quali definire la localizzazione del nuovo Ospedale Unico della Provincia di Pesaro Urbino in assenza di una scelta politica a favore di una scelta più tecnica.  La soluzione tecnica prevede l’utilizzo di un algoritmo predisposto dagli uffici della Posizione di Funzione Sistemi Informativi della Giunta regionale. Tale metodo, per ciascun sito proposto (Case Bruciate, Chiaruccia, Fosso Sejore, Arzilla-Carignano, Muraglia), calcola la somma di minuti che ciascun cittadino dal proprio comune impiega per raggiungere la località corrispondente a ciascuna ipotesi. La soluzione tiene conto dell’ospedale di Urbino, come secondo ospedale della provincia.
Nel caso in cui il comune, da cui si inizia il percorso, sia più vicino al nuovo ospedale rispetto all’ospedale di Urbino, verrà sommato il 100 per cento dei suoi abitanti moltiplicati per il tempo di percorrenza minore. Nel caso in cui il comune da cui si inizia il percorso sia più vicino all’ospedale di Urbino, verrà sommato il 30 per cento dei suoi abitanti moltiplicati sempre il tempo di percorrenza verso il nuovo ospedale.

Tutti i tempi di percorrenza sono determinati utilizzando le funzioni di Google Maps. Il sito prescelto sarà quello raggiungibile in meno tempo, quindi con un numero più basso di minuti.
Le coordinate di ogni Comune sono quelle date da Google Maps nel momento in cui si imposta la ricerca con il come del comune di partenza scelto e la sigla della Provincia (es: Apecchio, PU).
Le coordinate del sito di arrivo (uno di quelli indicati per la costruzione dell’ospedale) sono in latitudine e longitudine rilevate da Land Mark di Google Maps.
I Land Mark vengono rilevati nella viabilità esistente nel punto di ingresso dell’area in cui è previsto il nuovo ospedale.
Nella stessa giornata della presente le vengono inviati i risultati della simulazione. Resta da definire la percentuale di riduzione del minutaggio di percorrenza da 0 a 10 sui criteri di localizzazione quali quelli già discussi (su area pubblica, su area già destinata urbanisticamente all’ edificazione, sull’area dove è possibile realizzare l’ospedale per intero concentrando tutte le attività compresa l’esistente radioterapia) o altri criteri oggettivi che la Conferenza voglia determinare.

Le chiedo di convocare un’apposita Conferenza dei Sindaci per definire tali criteri e parametri.
Resta inteso che nell’eventualità la Conferenza non riuscisse a determinare questa scelta, la Regione utilizzerà come unico criterio quello della località che assomma meno minuti per il suo raggiungimento.

Cordiali Saluti
Luca Ceriscioli

 

Gentile Presidente,
in allegato alla presente le trasmetto i risultati della simulazione attraverso un file Excel protetto da password. La password le verrà fornita in busta chiusa da aprire all’atto della determinazione, da parte dell’assemblea dei sindaci, da tenersi nella data che ritiene più opportuna, dei criteri e delle relative percentuali per ciascun sito in esame.
Si raccomanda di tenere l’assemblea in un luogo dotato di computer, videoproiettore e collegamento ad internet veloce, in modo che una volta aperto il file Excel, riempita la colonna con le percentuali che ogni sito avrà assommato, potrà visualizzare direttamente il risultato sulla scelta del sito dell’ospedale.
Nel caso in cui l’assemblea non si mettesse d’accordo sui criteri e le percentuali potrà comunque mostrare la tabella che di fatto costituirà la scelta del sito in quello che assomma meno minuti.
Con il collegamento ad internet veloce potrà anche scaricare i dati relativi alle singole prove e le immagini dei siti e le relative coordinate.

Cordiali Saluti

Luca Ceriscioli

 

Gentile Presidente,
in allegato alla presente le trasmetto l’indirizzo Internet al quale è possibile effettuare la simulazione ed eventualmente scaricare il file zip contenente tutto il materiale di approfondimento (codice web app open source, planimetrie dei siti degli ospedali, immagini recanti le coordinate Google Maps dei siti, file PDF riportanti i dati di dettaglio delle 5 simulazioni effettuate).
Tale indirizzo è accessibile autenticandosi con l’utente presidente (e la medesima password già comunicata).
Il materiale scaricabile è criptato sempre con la medesima password.

Cordiali Saluti

Luca Ceriscioli

Condividi:
  1. DOVE SIETE ENTRATI VOI POLITICI…AVETE DISTRUTTO TUTTO COSI’ ANCHE LA SANITA’ E CONTINUATE……..VERGOGNA

    Rispondi
  2. Vi avevano promesso la chiusa di Fano, vi avevano promesso l’ospedale unico a Pesaro e VOI li avete votati !

    Rispondi

Rispondi