La Prefettura di Pesaro-Urbino promuove la legalità nelle scuole.

La Prefettura di Pesaro-Urbino promuove la legalità nelle scuole.

Nella mattinata odierna il Prefetto di Pesaro e Urbino ha presieduto una riunione dell’“Osservatorio sull’educazione alla salute ed alla legalità” a cui hanno partecipato Magistrati dei Tribunali e delle Procure della Repubblica di Pesaro e di Urbino, i vertici provinciali delle Forze di Polizia, il Comandante della Capitaneria di Porto, i rappresentanti del 28° RGT Comunicazioni operative “Pavia”, della Sezione Polizia Stradale, del Compartimento Polizia Postale Marche, l’Assessore all’Istruzione del Comune di Pesaro, i dirigenti dell’Ufficio scolastico provinciale e dell’Ufficio territoriale del Lavoro, il Vice Comandante dei Vigili del Fuoco, i funzionari provinciali dell’I.N.A.I.L., della Motorizzazione Civile nonché i presidenti delle Associazioni provinciali delle Forze dell’ordine in congedo.
Nel corso della riunione sono state programmate una serie di iniziative nei vari settori dell’educazione alla legalità ed alla salute che verranno attuate nel corso del corrente anno scolastico e coordinate da un apposito Gruppo di Lavoro costituito presso la Prefettura di cui faranno parte le varie Forze di Polizia ed in primo luogo le specialità della Polizia Stradale e della Polizia Postale e delle Comunicazioni nonché altri Uffici ed Enti interessati, ivi compresi gli enti locali e l’Azienda Sanitaria Locale.
Verranno svolte attività di formazione ed informazione nelle scuole al fine di promuovere la diffusione della cultura della Legalità tra le giovani generazioni, attraverso anche attività formative degli studenti delle ultime classi degli Istituti superiori che, a loro volta, dovranno curare analoghe iniziative nei confronti degli allievi più giovani.
Al riguardo verrà effettuata una ricognizione presso gli Istituti scolastici della provincia finalizzata ad individuare la disponibilità delle scuole alla predetta offerta formativa ritenuta più idonea alle esigenze degli alunni e che verrà successivamente sottoposta al vaglio del citato Gruppo di Lavoro che provvederà a programmare gli incontri in giorni ed orari anche non scolastici, in modo da raggiungere la popolazione giovanile nell’espletamento di tutte le attività della vita quotidiana, ivi compresi i momenti dedicato allo svago ed al tempo libero in genere.
I rappresentanti della Magistratura continueranno a curare le pregevolissime iniziative già programmate dai locali Uffici Giudiziari, quali il “Processo simulato” e la “Biblioteca della legalità itinerante” che saranno estese anche alla realtà scolastica del Comune co-capoluogo di Urbino ove, come è noto, è altresì presente una nutritissima popolazione universitaria.
Verranno infatti svolte anche attività con l’utilizzo di testi e/o filmati che saranno oggetto di discussione con gli studenti per stimolarli sull’approfondimento di tematiche di attualità come il bullismo, l’alcoolismo, il tabagismo e l’osservanza di corretti stili di vita, ivi compreso il rispetto delle regole.
Tutti i partecipanti alla predetta riunione hanno manifestato vivo apprezzamento per l’iniziativa di coordinamento assunta dalla Prefettura di Pesaro e Urbino ed hanno posto l’accento sulla necessità di prevedere, anche attività di formazione sui medesimi temi della legalità e della salute a beneficio dei genitori , che spesso non sono in grado di comprendere i pericoli che corrono i propri figli derivanti dall’utilizzo scorretto dei mezzi informatici, o peggio ancora, dall’uso di sostanze stupefacenti e dall’abuso di bevande alcoliche.

Condividi:

Rispondi