La Festa Nazionale della Befana compie 18 anni. Dal 2 al 6 gennaio nel centro storico di Urbania

La Festa Nazionale della Befana compie 18 anni. Dal 2 al 6 gennaio nel centro storico di Urbania

URBANIA – La Festa Nazionale della Befana compie 18 anni. Per la maggior età la nonnina con la scopa in mano e il fazzoletto sulla testa ha in mente tante novità per stupire grandi e piccini.
Oggi si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della manifestazione che, come ogni anno dal 2 al 6 gennaio, trasformerà Urbania nella “Città della Befana” consegnando alla nonnina in persona le chiavi della cittadina. Da quel momento tutto magicamente cambierà dalle normali vie cittadine ai bar e i ristorantini. Prenderanno vita con un tocco di scopa “Il Viale dei Balocchi”, “la Piazza del Cioccolato”, “l’Emporio della Befana” e tutte le vie del suggestivo centro storico si riempiranno con centinaia e centinaia di Calzette Colorate, Befane Volanti, Sfilata di Befane, la Calza più lunga del mondo e ancora giochi, musiche, spettacoli e tanti stand di enogastronomia perché la Befana non mangia solo dolcetti, ma ama le specialità locali. Non per niente “La Festa Nazionale della Befana” è la manifestazione più dello Stivale che si aprirà con la collocazione della Befana di Fuoco all’ingresso della città.
“Dobbiamo sempre più fare squadra nel territorio –ha esordito Daniele Tagliolini, presidente della provincia di Pesaro e Urbino-. Solo insieme si può creare quel valore aggiunto che ci potrà permettere di fare il salto di qualità. I comuni sono la voce della provincia e in questo caso lo faranno le cinque giornate dedicate a bambini e famiglie ad Urbania con la Festa della Befana”. Presente in conferenza stampa anche il presidente della Proloco Casteldurante, Ebe Biagetti, che ha illustrato il ricco programma della manifestazione. “La festa della Befana non è solo la chiusura delle festività natalizie –ha sottolineato- ma è l’inizio di una programmazione annuale. Nella festa abbiamo cercato di valorizzare le tradizioni che ancora oggi caratterizzano il nostro territorio. Per Urbania cinque giorni di festa sono una caso unica in cui l’intero paese viene chiuso per ospitare sfilate, giochi, discese della Befana e tanto altro. Quest’anno il tema che abbiamo scelto è il circo”. Per il sindaco di Urbania, Marco Ciccolini, questo è “un evento che coinvolge tutto l’entroterra. E’ un modo per valorizzare tutto il territorio. Il Montefeltro non ha niente in meno di Toscana o Umbria. Noi dobbiamo cercare di valorizzarlo sempre più e va in quest’ottica l’accordo stretto con Urbino”. Alice Lombardelli, vicesindaco e assessore al turismo e alla cultura, ha ricordato la “grande ospitalità che caratterizza Urbania e il grande lavoro che c’è dietro le quinte per l’organizzazione di questo evento”.
Tutti i giorni le befane scenderanno dalla torre campanaria e la calza da record, quella che la nonnina da ormai diciotto anni continua ad allungare, sfilerà per la città seguita da un corteo di decine di befane, artisti di strada, giocolieri, circensi, dalla banda, ma soprattutto da centinaia di famiglie, parte integrante di questa magica epifania. Ogni desiderio potrà essere soddisfatto con i mercatini in piazza del cioccolato o nell’emporio della befana, nel cortile dell’arte e della manualità creativa oppure nel mercatino della befana. I più piccoli saranno accolti nella casa della Befana, dove la nonnina leggerà loro fiabe e regalerà dolcetti, oppure potranno divertirsi nei tanti laboratori creativi da quello della ceramica a quello del legno fino a quello dei materiali riciclati. E per chi avesse inclinazioni culturali? La Befana pensa a tutto con i tour guidati tra le bellezze monumentali della cittadina (Palazzo Ducale, Barco Ducale, Teatro Bramante, Chiesa dei Morti con le caratteristiche mummie). Dopo tanto ballare, camminare e giocare si potranno assaporare negli stand gastronomici sparsi per la città i prelibati crostoli e le gustose frittelle. Oppure sedersi comodamente nel “Ristobefana” per gustare i piatti tipici della tradizione del Montefeltro.
Nella prima giornata di festa, dopo aver incontrato il sindaco, di fronte al palazzo comunale, la Befana sfilerà per le vie del paese fino al palco principale dove il primo cittadino consegnerà la chiavi alla legittima titolare della cittadina. Non mancherà la tombola nel primo giorno di festa per regalare a tutti tanti ricchi premi. Poi spettacoli di danza contemporanea, verticale su parete, canti e spettacoli itineranti, discese dal campanile e alle 21 sfida tra i fornelli con “Befana vs Food” (gara abbinata al Palio della Befana).
I Pompieri saranno i protagonisti del secondo giorno di festa (3 gennaio) con uno speciale percorso didattico dedicato ai bambini che per un giorno diventeranno vigili del fuoco. Grazie a “Pompieropoli” i bambini apprenderanno la sicurezza giocando. Tante anche le iniziative di solidarietà create in collaborazione con “l’accademia della risata” che alle 15,30 condurrà una sessione di “yoga della risata” e premierà la risata più contagiosa. Alle 21 spazio al musical “Disney Coas Kids” a cura della scuola di canto “Pianeta Musica”.
Non poteva mancare un sano tocco di dolcezza. Domenica 4 la Befana diventa golosa. Alle 10 apriranno gli stand gastronomici, la Piazza del cioccolato, il Cortile dell’Arte el’emporio della Befana. Alle 10,30 Caccia ai tesori artistici e storici della città: aiutati dalle Befane si potranno scoprire peculiarità artistiche oltre ai bellissimi monumenti di Urbania. Alle 15 arriva finalmente l’ora dei dolci. Il grande Maestro Pasticcere Sal De Riso presenterà infatti “La Focaccia della Befana” in piazza San Cristoforo. Per i più giovani alle 23 torna il “Befanight” la festa organizzata all’interno del locale Sciabà.
Il 5 gennaio la Befana si assenterà per portare nelle case e nei tanti camper che arriveranno ad Urbania per la consegna dei regali (Dalle 20 alle 22). La Befana consegna doni a casa di ogni bambino! La Befana consegna personalmente doni a tutti i bambini anche ai turisti che alloggiano in alberghi, agriturismi o camper!! Una magia resa possibile grazie al lavoro della Pro Loco Durantina alla quale i genitori potranno rivolgersi per organizzare un’Epifania indimenticabile per i loro bambini. (Info Pro Loco Urbania 0722317211 – prolocourbania@libero.it o al sito www.labefana.com). Durante la giornate discese dal campanile, sfilate, giochi e dalle 16,30 alle 18 spettacolo di ginnastica artistica abbinato al Palio della Befana. Anche la Befana in Ceramica alle 17 sarà una sfilata abbinata al Palio.
Gran finale (6 gennaio) con i quattro rioni della città che si daranno battaglia nel Palio della Befana, una competizione divertente composta da tante prove di abilità e destrezza. Danza folcloristiche in piazza e musica e moda degli anni 20 faranno da contorno a questo terzo giorno di festa. Il Palio scatterà alle 15 e vedrà le Befane sfidarsi in staffetta in tre gare: “Befana col sacco”, “Befana in carriola” e Befana in Bici”. Prova finale con la “Befana in Biga”. Sfilate, giochi circensi, animazioni e giochi accompagneranno le tante persone presenti alla chiusura della festa con il grande spettacolo di fuoco.
Ce n’è per tutti in questa nuova edizione della festa Nazionale della Befana che attira ogni anno circa cinquantamila visitatori, un successo possibile grazie al lavoro della Pro Loco Casteldurante e del Comune di Urbania.

Befana 5

Befana_Urbania_1

Condividi:

Rispondi