La Fano dei Cesarini diventa grande e si aggiudica la piazza centrale – VIDEO

La Fano dei Cesarini  diventa grande e si aggiudica  la piazza centrale – VIDEO

La Fano dei Cesarini diventa grande e quest’anno, per la prima volta nella sua storia, si svolgerà nella location più importante della città: piazza XX Settembre. La manifestazione per bambini ha infatti bruciato le tappe: nata 4 anni fa da una bella intuizione del comitato Genitori di Sant’Orso, è cresciuta nel tempo ampliando la propria proposta, coinvolgendo nell’organizzazione la Proloco di Fano, l’Avis, l’amministrazione comunale, che ne ha disposto il patrocinio, e aggiudicandosi infine la piazza centrale. “Siamo soddisfatti ed emozionati per essere riusciti a spostare la nostra manifestazione al centro della città – spiega Piero Valori del Comitato Genitori -. La nostra più grande soddisfazione però non deriva dai numeri, pur essendo molto positivi e in continua crescita, ma dalla felicità e dal riscontro che troviamo nelle persone che partecipano all’evento”.
Considerata ormai l’ultima manifestazione che celebra la romanità fanese, La Fano dei Cesarini, si svolgerà mercoledì 20 luglio a partire dalle 18. Due piccole fazioni di mini soldati romani, si ritroveranno lungo corso Matteotti e, partendo una dal Caffè Centrale e l’altra dalla chiesa di San Tommaso, sfileranno fino ad entrare trionfalmente in piazza. Ad attenderli ci saranno gli accampamenti militari dell’epoca, allestiti dalla Colonia Julia Fanestris e da Simmachia Ellenon. Tra rievocazioni storiche e dimostrazioni di vita passata, i piccoli romani verranno coinvolti in un tuffo nel passato per conoscere la Fano che fu.
Al termine dei laboratori e delle iniziative organizzate dalle due associazioni, i bambini torneranno ad essere protagonisti con una delle novità di quest’anno: “La Battaglia per la Dea Fortuna”. I bambini si sfideranno tutti contro tutti, cercando di rubarsi a vicenda la bandana che verrà posizionata sulla cintola di ogni partecipante. Gloria finale a chi rimarrà fino alla fine con la bandana addosso.
Non poteva mancare il momento più atteso da grandi e piccini ossia, la “Corsa delle Bighette”. Oltre ai bambini, protagonisti della competizione saranno i genitori che, nelle vesti di fidi destrieri, avranno la funzione di trainare la biga dei propri figli e condurli alla vittoria. Alla gara parteciperanno anche i vari centri estivi della città, Tiro & Molla, Baby Party Topolino, Piazza Pupazza, a.s.d. aqua-fitness, Oltre il sipario, Opera Casa Cecchi, Lo Spazio ae, la Cooperativa Crescere e la squadra dell’Avis. Gara di divertimento, ma competizione vera, poiché il vincitore finale si aggiudicherà un buono di 200 euro per un viaggio, messo a disposizione dall’agenzia You Giara. Durante la giornata ci sarà poi occasione di assistere allo spettacolo con il fuoco dell’artista Mattia Capotorto della Pandolfaccia e alle splendide coreografia di Mattia Diamantini e dei componenti della sua scuola di danza New Latin Accademy.
La giornata verrà conclusa con le premiazioni e con il Trimalcino, versione in miniatura dello storico Trimalcione. Tutti coloro che prenoteranno al Buburger uno dei due menù messi a disposizione ( 8 euro bambini e 12 euro adulti), vestiti rigorosamente in abiti romani, potranno usufruire dei tavoloni e delle panche messe a disposizione dalla Proloco. Per tutti gli altri sono aperte le varie attività di ristorazione della piazza con tavoli propri e proposte allettanti.
“La manifestazione è finalmente approdata in un palcoscenico importante – ha commentato l’assessore agli Eventi e Manifestazioni, Stefano Marchegiani -, grande merito va al Comitato Genitori di Sant’Orso che è riuscito a creare un evento di grande successo sotto il profilo del divertimento e della cultura. Coniugare i giochi dei bambini alla romanità di Fano è un’idea vincente che, oltre al grande divertimento, permette ai più piccoli di conoscere le radici storiche della città”. Tutti coloro che vorranno partecipare alle attività de La Fano dei Cesarini, dovranno presentarsi in costume romano.

Condividi:
Articoli più recenti
Articoli meno recenti

Rispondi