La “Christmas Edition” illumina di note il Bianchello d’Autore

La “Christmas Edition” illumina di note il Bianchello d’Autore

FANO – Tutto pronto per la “Christmas Edition” del “Bianchello d’Autore” in programma sabato 16 e domenica 17 dicembre, dalle 15 alle 19, dalle 9 cantine di Bianchello del Metauro DOC. I produttori che si sono riuniti nel progetto che vede il sostegno di IMT (Istituto Marchigiano di Tutela Vini), celebreranno le festività più dolci dell’anno con un evento unico e irripetibile che strizza l’occhio alla musica del grande compositore pesarese Gioachino Rossini e punta a sedurre gola e naso con “l’autentico sapore di vino”.

Durante “Bianchello d’Autore – Christmas Edition” le cantine di Bruscia (San Costanzo), Cignano (Fossombrone), Claudio Morelli (Fano), “Il Conventino di Monteciccardo”, Di Sante (Fano), Fiorini (Terre Roveresche), Mariotti Cesare (Colli al Metauro), Terracruda (Fratte Rosa), Fattoria Villa Ligi (Pergola) apriranno le porte al pubblico per far conoscere le loro etichette, far assaporare un vino che ha fatto la storia del territorio e proporre spunti imperdibili – con speciali confezioni studiate ad hoc – per i regali di Natale 2017.

Due giorni di eventi e di festeggiamenti, un percorso di gusto lungo 80 Km tra storia, passato e nuovi progetti, da compiere seguendo un fil rouge inedito: la musica di Gioachino Rossini eseguita e interpretata dai musicisti dell’Orchestra Sinfonica Rossini. Tra le DOC vinicole della provincia che diede i natali al Cigno, il Bianchello del Metauro sarà dunque protagonista di un evento volto a promuovere la tradizione enogastronomica del territorio.

“L’obiettivo del nostro progetto – dicono i produttori di Bianchello d’Autore – è restituire il giusto valore a un vino autentico e dai grandi sapori, oggi pronto a ricevere il prestigio che merita. ‘Bianchello d’Autore – Christmas Edition’ cercherà di dare rilievo ai due amori che hanno caratterizzato e reso celebre Rossini in tutto il mondo, la musica e la sua passione culinaria, meno nota ma altrettanto geniale, nell’anno in cui Pesaro celebra il 150° anniversario dalla morte del maestro gourmand”.

“Così come per Rossini – continuano i produttori – il cui nome è stato a lungo legato all’opera buffa senza che venisse considerata nel giusto modo la grandiosità delle sue opere serie, è necessaria una rivalutazione del Bianchello del Metauro troppo a lungo relegato a mero ruolo di vino da tavola”.

Viole, pianoforte, arpa, tromboni, clarinetti, percussioni, contrabbassi, violini, viole e violoncelli accoglieranno dunque gli ospiti che decideranno di trascorrere un pomeriggio nelle cantine di Bianchello d’Autore, durante la sua “Christmas Edition” e toccare con mano il piacere dato da un vino che “sa di vino” – come dicono gli stessi vignaioli – capace oggi di rinnovarsi grazie alle competenze, agli aggiornamenti e alla verve dell’ultima generazione di produttori, ideale per le tavole dei “cenoni” così come per cene gourmet. Lo testimonia anche lo chef stellato Errico Recanati, del Ristorante Andreina di Loreto, che ha partecipato con un lussurioso menù, in abbinamento ai vini di Bianchello d’Autore, alla presentazione della Christmas Edition che si è svolta a Casa Rossini di Pesaro mercoledì 13 dicembre.

Condividi:

Rispondi