La capitaneria incontra i rappresentanti di categoria della pesca

La capitaneria incontra i rappresentanti di categoria della pesca

PESARO – Nella mattinata odierna il Comandante del Porto di Pesaro, Capitano di Fregata (CP) Angelo CAPUZZIMATO, ha convocato presso la sede della Guardia Costiera i rappresentati di categoria del ceto peschereccio operanti nell’ambito del Compartimento Marittimo.

In questa occasione sono state dettagliatamente illustrate le novità legislative (sia comunitarie che nazionali) introdotte in materia di tracciabilità e suddivisione in partite del prodotto ittico che dal mare arriva sulle nostre tavole.

Infatti, a decorrere dal 1° gennaio 2015, il Regolamento (CE) n. 1224/2009 del Consiglio del 20 novembre 2009 ed il Regolamento di esecuzione (UE) n. 404/2011 della Commissione dell’8 aprile 2011 hanno imposto agli operatori di settore l’obbligo di garantire la rintracciabilità di tutti i prodotti della pesca e dell’acquacoltura, in ogni fase della filiera, dalla cattura o raccolta, alla vendita al dettaglio. Scopo della norma, dunque, è quello di garantire al consumatore finale, in ogni fase della filiera, la conoscenza di tutte le informazioni afferenti al prodotto ittico che acquista. Di conseguenza, ciascun operatore, anteriormente alla prima vendita, dovrà suddividere il pescato in partite.

Vivo apprezzamento, da tutti i partecipanti, è stato espresso per la preziosa opportunità offerta dal personale della Guardia Costiera di Pesaro, che rimane a disposizione dell’utenza marittima per eventuali chiarimenti.

In caso di emergenza in mare, chiamare il Numero Blu della Guardia Costiera 1530.

100_3829

Condividi:

Rispondi