“Insieme per non dimenticare”, l’ANOLF ricorda le vittime del naufragio del 3 ottobre

“Insieme per non dimenticare”, l’ANOLF ricorda le vittime del naufragio del 3 ottobre

FAN – “Domani l’ANOLF associazione della Cislche associa i lavoratori e cittadini stranieri parteciperà all’iniziativa in ricordo delle vittime del naufragio del 3 ottobre dello scorso anno a Lampedusa. ( 350 furono le vittime) Insieme ricorderemo tutte le vittime innocenti dei naufragii nel Mediterraneo nei viaggi della “speranza”.
Nel terriorio fanese sono ospitati 140 profughi su un totale di 450 profughi presenti nel territorio provinciale
Questi profughi vittime delle guerre dei soprusi e della povertà, sono una minima parte di quelli che arrivano in Europa: si stima che il Mediaterraneo sia il più grande cimietro mai esistito con più di 10.000 vittime (stimate). Solo negli ultimi tre anni se ne stimano più di 6000 .
Con questa iniziativa si vogliiono ricordare le vittime di questa tragedia ma assieme ai fratelli musulmani i ciristiani e cittadini di buona volontà pregheranno per la pace la concordia e l’integrazione sociale religiosa politica”.

Responsabile Cisl Fano
Giovanni Giovanelli

Presidente ANOLF Pesaro Urbino
Gian Luigi Storti

Condividi:

Rispondi