Il Vescovo Trasarti incontra le associazioni sociali ed economiche

Il Vescovo  Trasarti incontra le associazioni sociali ed economiche

FANO – Sabato 20 giugno alle 9,30 il Vescovo mons. Armando Trasarti incontra le associazioni sociali ed economiche, al Centro Pastorale di via Roma. Sta diventando una tradizione (questo è il quarto incontro) l’appuntamento annuale del Vescovo con tutte le associazioni sociali ed econmiche, le banche, le organizzazioni di categoria, i sindacati.
E’ questa l’occasione per fare il punto su idee e progetti ma soprattutto sulla capacità di fare rete tra questi soggetti al fine di rafforzare la coesione sociale del nostro territorio.
Quest’anno il tema che utilizzerà il Vescovo per guidare la riflessione è quello della responsabilità: sia la responsabilità individuale, sia la responsabilità dei soggetti collettivi che saranno presenti all’incontro: “Oltre a chiedere ciò che debbono fare gli altri, le Istituzioni pubbliche in primis, dobbiamo chiederci anche ciò che deve fare ciascuno di noi, in forma singola e in modo collettivo. Cosa devono fare le persone, le imprese, la società civile? Tutti gli attori sociali, e gli attori economici hanno una responsabilità specifica nel loro ambito di impegno, ma insieme hanno anche una responsabilità comune, quella di trovare ogni forma possibile per riuscire a lavorare insieme.”
Tutta la riflessione parte da una esortazione di Papa Francesco: “In ogni nazione, gli abitanti sviluppano la dimensione sociale della loro vita configurandosi come cittadini responsabili in seno ad un popolo, non come massa trascinata dalle forze dominanti. Ricordiamo che «l’essere fedele cittadino è una virtù e la partecipazione alla vita politica è un’obbligazione morale». Ma diventare un popolo è qualcosa di più, e richiede un costante processo nel quale ogni nuova generazione si vede coinvolta. E’ un lavoro lento e arduo che esige di volersi integrare e di imparare a farlo fino a sviluppare una cultura dell’incontro in una pluriforme armonia.”
Inoltre nel corso della relazione introduttiva il Vescovo toccherà i temi della responsabilità degli imprenditori, dei professionisti, delle associazioni di volontariato e delle cooperative, delle banche, sulla necessità di non disgiungere mai l’economia dalla politica, e quindi dal suo controllo democratico, ed il corretto atteggiamento da tenere nei confronti dei migranti.
Infine l’accenno ai temi del rispetto dell’ambiente, in conseguenza dell’enciclica di Papa Francesco su questo importante e delicato tema che coinvolge tutti.

Condividi:

Rispondi