Il leghista Paolini: a Fano è vietato usare la parola Foibe

Il leghista Paolini: a Fano è vietato usare la parola Foibe

Ho notato, solo ieri, un manifesto del Comune di Fano, che annunciava per il  10 febbraio un consiglio straordinario-dibattito, con scolaresche e  cittadini, in occasione  del “giorno del ricordo”, ossia della  ommemorazione delle vittime delle  Foibe e delle deportazioni, spoliazioni e uccisioni di massa degli Italiani   ell’Istria e Dalmazia, dopo la guerra, ad opere dell’esercito e delle bande  paramilitari comuniste di Tito.  Non  mi pare né normale né corretto sul piano intellettuale, che un dibattito su un mini- genocidio e deportazione sia definito, in un manifesto di un  comune “le diverse tragedie del confine orientale” Il che sarebbe come parlare di  Auswitz, Birkenau, e Mauthausen sotto il titolo “le diverse  tragedie della Mittel-Europa!  Capisco che a Fano il sindaco e buona parte di giunta e maggioranza vengono   dalla tradizione del PCI-PDS-DS e che quindi, su  questi temi, scattino   riflessi condizionati incoercibili di rimozione della memoria;  Capisco anche che la ex-PDL/NCD/FI, dopo aver governato 10 anni sotto un   sindaco ex-PCI-PDS-DS, non avendo la forza o la dignità di proporre un proprio  uomo, si sia deciso a candidare e sostenere …. un signore che fino a 3 mesi   fa era vice-capogruppo del PD in consiglio comunale, cioè il “vice-capo” della  “opposizione” …a se stessi….che è sempre la stessa persona che, da 4 anni  e mezzo siede in Consiglio Provinciale, eletto con i voti del PD….a sostegno   del presidente della Provincia di Pesaro del PD Matteo Ricci !!   Capisco infine che la “via della cadrega” obblighi taluni a tanti, tanti, compromessi,  turamenti di orecchie, occhi, naso e gola..ma per favore,   signor Sindaco uscente e signori del Centro Destra (?) fanese: non vi viene  da chiedere scusa, quantomeno ai vostri elettori, per aver permesso che un convegno sulle FOIBE venisse reclamizzato come “Le diverse tragedie del  confine orientale”?

Luca Paolini – segretario regionale Lega Nord Marche

Condividi:

Rispondi