Il coro gospel “Slave song” partecipa al concerto dell’Italian Gospel Choir

Il coro gospel “Slave song” partecipa al concerto dell’Italian Gospel Choir

FANO – Nell’anno di EXPO Milano 2015 e delle sue eccellenze internazionali l’Italian Gospel Choir, il coro che rappresenta il nostro Paese in questo genere musicale (Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica), non poteva essere da meno e il prossimo sabato 19 settembre, alle ore 20.30 in Piazza del Duomo proprio a Milano, terrà il suo concerto “universale”. 500 coristi provenienti da tutto il Paese dispiegati sul prezioso Sagrato della Cattedrale meneghina in una maestosa cornice assolutamente da non perdere. Sarà una serata magica ricca di musica ed emozioni che sapranno colpire l’anima e il cuore dei presenti. Del resto già nel 2011 e nel 2014 Italian Gospel Choir aveva già mostrato la propria unicità e bravura sempre nella stessa location entusiasmando ed appassionando migliaia di persone, accorse ad ascoltare gli “Azzurri”. Questo importante evento, è organizzato dall’associazione no-profit f.i.r.m.a. Federazione Italiana Ricerca di Musica e Arte (www.firmare.it) e la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano (www.duomomilano.it) che come sempre, non ha fatto mancare il proprio appoggio e collaborazione alla serata, concedendo anche una donazione al coro Nazionale, come sostegno delle attività. Ed è proprio la f.i.r.m.a. guidata dall’eclettico presidente, il cantante e musicista Francesco ‘First’ Zarbano, a portare in seno la gestione del blasonato coro. Per questa nuova edizione sono davvero tante le novità che si troveranno di fronte gli spettatori che seguiranno dalla piazza il concerto, a partire dalle performance canore dei veri protagonisti della serata: 500 cantanti che si cimenteranno, con tutta la loro potenza, in un repertorio totalmente nuovo e dai ritmi coinvolgenti. I “Singers” saranno guidati dal talentuoso Alessandro Pozzetto che, oltre ad essere direttore dell’Italian Gospel Choir, è anche un raffinato musicista e cantante dalle tecniche vocali degne del miglior “Gospeler”americano. A supportare il direttore, saranno presenti anche i vice Silvia Benzi e Carlo Rinaldi. Nel frattempo monta l’emozione e l’attesa per l’ospite d’onore che arriverà appositamente per il concerto dagli Stati Uniti, ovvero Donald Lawrence (http://donaldlawrence.com). Cantautore e produttore discografico, rappresenta uno dei più importanti e accreditati artisti della scena Gospel americana contemporanea. Conosciuto per aver diretto il coro The Tri-City Singers ha inciso e pubblicato diversi album e singoli che hanno ben presto varcato i confini americani, diventando dei veri e propri “cult” per appassionati del genere riuscendo, in diverse occasioni, a raggiungere risultati importanti come i primi posti nelle classifiche Top Gospel di Billboard e oltre 15 nomination e vittorie agli Stellar Awards. Donald Lawrence guiderà per la prima volta la nostra Nazionale su alcuni suoi brani come: “Giants”, “I Speak Life”, “Back II Eden” e tanti altri scritti da lui che verranno eseguiti durante la serata. Come sempre il Coro sarà accompagnato, strumentalmente, dall’Italian Big Orchestra l’ensemble diretto dal noto pianista Rudy Fantin, potrà contare su una super formazione di 12 musicisti professionisti di tutto rispetto come: Marcello Salcuni (Vice Direttore – Chitarra Elettrica), Roberto Colussi (Chitarra Acustica), Max Repetti (Tastiere), Mauro Costantini (Organo Hammond), Luca Emanuele Amatruda (Basso), Simone Gerardo (Batteria), Jordi Tagliaferri (Percussioni), Mario Cavallaro (Tromba), Luca Calabrese (Tromba), Nevio Zaninotto (Sax Tenore) e Beppe Di Benedetto (Trombone). L’esibizione, anche per quest’anno, sarà introdotta dall’inconfondibile voce di Nick The Nightfly, direttamente da R.M.C. – Radio Monte Carlo. 

Il popolare cantante e musicista scozzese, oltre a interagire durante lo spettacolo con il Coro e con l’ospite interpreterà, con il supporto delle 500 voci “azzurre”, un suo inedito brano originale dal titolo “Old Friends” dedicato all’amicizia. Ad impreziosire la blasonata Nazionale anche il coro Slave Song di Fano. Nato nel 1996 da un’idea di Barbara Calzolari, ora sotto la direzione del Maestro Claudio Morosi. Il coro è entrato a far parte dell’Italian Gospel Choir nel 2014. 
Fondamentale l’adesione all’evento del Centro di Programmazione Spettacoli CIPIESSE (www.cipiesse-bs.it/1.htm) di Santo Bertocchi che si occuperà dell’allestimento delle strutture grazie al coordinamento di Marco Riva e della complessa amplificazione della serata a cura dell’esperto sound engineer Carlo Gennaro. Entrambi, daranno all’organizzazione guidata dalla responsabile progettista arch. Elena Braghieri e dal direttore di produzione dr. Alfredo Mastroianni, tutto il supporto tecnico e logistico necessario.

01 IGC-Foto Coro

Condividi:

Rispondi