Il centro destra: sull’ospedale siamo al punto di partenza

Il centro destra: sull’ospedale siamo al punto di partenza

FANO – Purtroppo dopo tante polemiche e discussioni si è tornati esattamente al punto di partenza. Fosso Sejore era il sito già deciso come località dalla Regione Marche e dalla Provincia di Pesaro Urbino, contrariamente alle decisioni deliberate dall’allora Sindaco di Fano che, assieme ad altri 22 Sindaci del territorio, aveva sottoscritto un protocollo d’intesa per localizzare il nuovo ospedale nelle piane di Carignano.

Le condizioni attuali sono peggiorative rispetto ad allora perché a suo tempo l’Amministrazione comunale di Fano aveva preteso ed ottenuto la firma di un documento da parte dell’Assessore alla Sanità che prevedeva la pari dignità tra le strutture di Fano e Pesaro ed il mantenimento di tutti i servizi presenti nell’Ospedale Santa Croce di Fano.

Invece negli ultimi 2 anni il nostro “Santa Croce” ha subito la chiusura dei reparti di ortopedia, urologia, chirurgia H24 e, ad oggi, continua la minaccia di chiusura di pediatria, ginecologia, ostetricia e di tanti altri servizi. Su tutta questa vicenda pesa la grave ambiguità del Sindaco Seri e la sua debolezza che, dopo aver isolato la posizione di Fano rispetto a tutte quelle dei Sindaci del territorio ha solo pensato a salvarsi la faccia e di mantenere in piedi la sua maggioranza facendo uscire come unico e vero vincitore il PD di Fano ed il suo esponente di punta, nonché Vicepresidente della Regione Marche, Minardi, uno dei fautori della chiusura dell’Ospedale di Fano e del suo trasferimento a Pesaro, proprio nel sito da lui annunciato di Fosso Sejore.

A questo punto chiediamo se veramente le dichiarazioni dei consiglieri comunali Laura Serra e Barbara Brunori, appartenenti alla lista del Sindaco Seri, verranno attuate con la protocollazione delle dimissioni e l’uscita dalla maggioranza. SU Sinistra Unita, che sempre si è opposta al sito di Fosso Sejore si ritiene già fuori da questa maggioranza? Uscirà dalla giunta l’Assessore Mascarin e lasceranno i posti di potere per sostenere le loro dichiarazioni politiche? Vedremo. Visto che il Sindaco Seri ha più volte dichiarato che si è trovato da solo chiediamo a lui, alla sua lista civica e a tutte le forze politiche, di unirsi per garantire il funzionamento dell’Ospedale Santa Croce e salvaguardare i suoi servizi, come da protocollo e deliberazione approvata all’unanimità in Consiglio Comunale.

Ad oggi, la vera battaglia, è quella di garantire ai cittadini un Ospedale Santa Croce funzionante perché finché si continuerà solo a parlare di un nuovo ospedale (che vedremo tra 15 anni se va bene), tutti gli utenti ed i cittadini hanno comunque il diritto ad avere un servizio sanitario efficiente. In questo clima di incertezza, le forze politiche rappresentate in Consiglio Comunale dall’UDC, La Tua Fano, Forza Italia e Progetto Fano chiedono, con senso di responsabilità e con forza, di salvaguardare i servizi ed i reparti dell’Ospedale di Fano e per questo motivo protocolleranno la richiesta di convocazione Urgente di un Consiglio Comunale monotematico sulla Sanità, perché tutta la cittadinanza sia consapevole e partecipe del futuro della Sanità locale.

Consiglio Comunale che, come prevede il regolamento, dovrà essere convocato dall’ufficio di Presidenza, entro 20 giorni, ancora in tempo per scongiurare l’annunciata chiusura di Fano. Infine chiediamo al Sindaco se intende passare alla storia per la chiusura dell’Ospedale di Fano o se, con uno scatto d’orgoglio, intenda isolare il PD di Fano attraverso il ritorno a nuove elezioni.

I gruppi consiliari e le segreterie:

Stefano Mirisola – Capogruppo FI e segr. Forza Italia Fano

Stefano Aguzzi – Capogruppo La Tua Fano

Francesca Cecchini – Segretaria La Tua Fano

Alberto Santorelli – Capogruppo Progetto Fano

Marianna Magrini – Consigliere Comunale Progetto Fano

Delvecchio Davide – Capogruppo UDC

Pierino Cecchi – Segretario UDC Fano

Condividi:
  1. Un’unica domanda? chi cazzo ci guadagan a fare ‘sto Ospedale ( perchè l’unoco motivo è quello non illudiamoci) ? risposto a questa domanda capiremo tutto..

    Rispondi
  2. Credo che l’algoritmo e tutto il resto siano solo elementi costruiti al solo scopo di coprire con apparente logica solo quello che si è deciso di fare secondo altri immondi criteri. Due considerazioni:
    1 se a Fano (e altri comuni dell’entroterra) c’è ancora chi vota pd …. cos’altro ci si aspetta poi? La Regione ha un’unica vera competenza: la sanità. Non era forse bastato lo straordinario lavoro di Mezzolani? Non contenti, di nuovo pd alle ultime elezioni, nonostante fosse facilmente immaginabile cosa sarebbe successo. Ceriscioli, ex sindaco di Pesaro per 2 volte, avrebbe fatto qualcosa a discapito della sua città? Ci voleva molto a immaginarlo?
    2) Ricci la smetta con la recita, ha avuto quello che voleva. Intanto non è Fano, così i fanesi intanto si sono rassegnati. Poi nel frattempo ci sarà qualche altro provvedimento regionale (se governerà ancora il pd, con i soliti pdoti che continueranno a votarlo) che permetterà di spostare il sito, e si arriverà a muraglia, che in fin dei conti è a 3km da fosso sejore. E sempre Pesaro è. Con buona pace dei fanesi (salvo quelli che a fano continueranno a votare pd, e che saranno tutti contenti e ci spiegheranno che non abbiamo capito niente, e tutto è giusto e vantaggioso per Fano).

    Rispondi

Rispondi