Il 26 novembre “L’educazione alla sicurezza stradale” all’IC “Gandiglio” di Fano

Il 26 novembre “L’educazione alla sicurezza stradale” all’IC “Gandiglio” di Fano

FANO – Lunedì 26 novembre, alle ore 8.30, all’Istituto comprensivo “Gandiglio” di Fano (Piazzetta Grimaldi 3), si terrà la seconda delle tre giornate didattiche sul tema “L’educazione alla sicurezza stradale”, che hanno visto l’adesione di 270 studenti di 14 classi delle scuole primarie di primo e di secondo grado. Il ciclo di incontri rientra nel progetto PASS (Programma di azioni per la sicurezza stradale) promosso dalla Provincia di Pesaro e Urbino e realizzato anche con fondi ministeriali del Piano nazionale per la sicurezza stradale, in collaborazione con il Comune di Fano.
Gli allievi verranno coinvolti in una lezione interattiva dagli esperti Davide Tartaro (coordinatore del progetto) e Antonella Casazza, entrambi della società Esseotto srl, che faranno conoscere non solo le regole della strada, ma anche i rischi ed i pericoli che i bambini incontrano più frequentemente: il tutto con l’ausilio di cartoni animati dove protagonista è una goccia che affronta a volte in maniera maldestra, altre volte in modo adeguato, le varie situazioni. La lezione sarà preceduta dai saluti del sindaco di Fano Massimo Seri, del dirigente del Servizio Viabilità della Provincia Maurizio Bartoli, degli assessori comunali Cristian Fanesi (Lavori pubblici) e Samuele Mascarin (Servizi educativi) e del dirigente scolastico Athos Salucci. Le giornate didattiche, iniziate il 21 novembre alla scuola primaria “F.Corridoni”, si concluderanno il 7 dicembre all’istituto comprensivo statale “M.Nuti” (via Redipuglia 5).
Parallelamente all’educazione e sensibilizzazione degli studenti, è in corso un ciclo di tre incontri di formazione specialistica per tecnici della pubblica amministrazione su sicurezza stradale e monitoraggio del territorio (prossimi appuntamenti 27 e 29 novembre, ore 9-18, sala “W.Pierangeli” della Provincia a Pesaro).
Caratteristica principale del progetto PASS (redatto dall’architetto Maurizio Gili dell’Ufficio Pianificazione Sicurezza Stradale della Provincia) è quella di puntare alla prevenzione di incidenti stradali attraverso varie fasi ed interventi integrati, che vanno dalla classificazione della rete stradale provinciale alle analisi di sicurezza, dal monitoraggio ed analisi degli interventi da fare, ai lavori urgenti di messa in sicurezza, passando per le attività formative di studenti e tecnici.

Condividi:

Rispondi