I grillini vogliono Fano a misura d’uomo e non d’automobile

I grillini vogliono Fano a misura d’uomo e non d’automobile

E’ stato un giro quasi surreale quello fatto ieri con alcuni residenti che hanno inviato pochi giorni fa una lettera aperta a tutti i candidati sindaci. Una lettera dove venivano denunciate gravi carenze nella cura e manutenzione di vie limitrofe al centro. Sapevamo già che la situazione era grave, ma non fino a questo punto. Basta leggere le descrizione dei cittadini e basta guardare le foto che abbiamo scattato durante la “visita guidata”. Ricordo che siamo a due passi dal centro (splendida zona residenziale) e nelle vie nei pressi dell’ospedale, dove devono passare ambulanze e numerosi pedoni e ciclisti.

Come risolvere tutto ciò? Primo passo, asfaltare le vie che portano all’accesso del pronto soccorso e dell’ospedale. Le ambulanze e le auto non possono attraversare strade a groviera. Ne va della sicurezza di tutti. Secondo: cambiare la strategia viaria della città. Prima vengono pedoni e ciclisti, poi le auto. Ciò significa che il progetto che abbiamo per Fano (e per le vie interessate dalla segnalazione) è quello di mettere in sicurezza e decoro gli spazi destinati ai pedoni e ciclisti, in primis. Anche attraverso la creazioni di sensi unici e realizzazione a lato di corsie ciclo-pedonali. Poi si cureranno gli spazi delle auto, sia per la circolazione che per il parcheggio, in base alle disposizioni di legge. Il tutto verrà monitorato da chi di dovere, cioè Polizia Municipale e Aset. Un accenno va fatto per i tombini della zona segnalata, dove defluiscono le acque piovane: alcuni sono talmente intasati che c’è cresciuta sopra l’erba e non si riescono neanche più a individuare. Occorre liberarli al più presto. Questo possiamo dire concretamente ai cittadini che vogliono rivedere Fano come città a misura di uomo e di bambino. Non di automobile.

MOVIMENTO FANO A 5 STELLE

Condividi:
  1. IL SOLITO MONDO DEI SOGNI.A PAROLE E’ FACILE CAMBIARE TUTTO. E POI I SENSI UNICI NON FANNO ALTRO CHE AUMENTARE IL TRAFFICO IN QUALCHE ALTRA ZONA. CI VOGLIONO PROGETTI CONCRETI E NON LE SOLITE PROMESSE ELETTORALI. E’ UN MODO VECCHIO DI FARE POLITICA CHE NON INCANTA PIU’ NESSUNO.

    Rispondi
  2. Vi assicuro che facendo un giro ieri (sono uno di quelli che c’era) si è visto benissimo che gli spazi e una progettazione di sensi unici (non solo quelli e in tutte le vie) è possibile in quella zona. Quindi, vi assicuro che queste persone hanno ragionato su quello che hanno detto. Occorre cambiare mentalità. Allora si cambia con le idee di tutti.
    Poi, sono anche io ad attendere al varco chi andrà a governare questa città, dopo aver proposto queste soluzioni.

    Rispondi
  3. ….ok migliorare la situazione, ma non a scapito dei residenti…. spero che “il nuovo” si ricordi anche dei problemi-non pochi- di chi abita al centro storico e che con la macchina ci deve campare, dove è già difficilissimo parcheggiare, dove I garages stanno sparendo di giorno in giorno (grazie ai permessi di trasformarli in monolocali) e di parcheggi gratuiti per i RESIDENTI neanche l’ombra…purtroppo non esistono solo biciclette (tra l’altro guidate spessissimo da gran maleducati che dei pedoni e delle regole della strada se ne infischiano e pure insultano). Speriamo che i nuovi “governatori” di Fano oltre a far demagogia si ricordino pure di chi al centro ci vive e rende il centro vivo… I residenti che possiedono una macchina, oltre che ai doveri, dovrebbero avere anche dei diritti….basta cambiare ogni settimana i sensi di marcia e poi non far nulla per chi al centro ci vive… basta agevolazioni solo per i ciclisti…

    Rispondi
    • Agevolazioni per ciclisti? ma dove vivi? NON E’ POSSIBILE ENTRARE LEGALMENTE IN CENTRO! Come te lo devo dire? Hai visto un “eccetto bici” in ZTL?
      Sui ciclisti e pedoni maleducati, sappi che, sia la signora morta in via Nolfi a piedi, che le due persone finite sotto le auto di recente, non appartengono per certo alla categoria dei ciclisti maleducati e prepotenti. I prepotenti sono quelli che usano la macchina sempre, tranne la domenica, quando da bravi repressi viaggiano in bici a ca… di ca… vantando diritti anche quando non ce li hanno. A questi si aggiunge la categopria di quelli che viaggiano in gruppo con le bici sportive, ma questi fanno categoria a parte e.. purtroppo, di sovente, hai ragione…. Per cortesia non fare di tutta l’erba un fascio.
      Parcheggi gratuiti: ieri, via Garibaldi all’incrocio con via San Francesco: i soliti SUV parcheggiati sui marciapedi, con la municipale che fa finta di niente…. vedi te…. permessi si, ma non di fare quel che caspita ti pare….

      Rispondi
      • il suv nero sempre parcheggiato dove dici te ha targa inglese e i vigili nn possono fare niente….gli fanno una multa al giorno, ma non verranno MAI pagate. Se proprio si dovesse fare qualcosa, io farei un ordinanza che vieta suv e grandi auto di grossa cilindrata a benzina e gasolio a chi vive nel centro storico. Dove vivo??appunto in pieno centro storico ma lavoro fuori e quindi la macchina(piccola perchè è logico prender una macchina più piccola possibile e a metano per ridurre l’inquinamento) purtroppo DEVO averla ed usarla…….Forse tu che non capisci questa semplice cosa, sei uno dei fortunati che si può permette di avere un lavoro sotto casa o dietro l’angolo. E la prepotente sarei io??!…mah!…Ma che mi dici dei ciclisti che continuano a sfrecciare come saette per il corso (anche durante i giorni di mercato) e per i vicoli? …mia figlia piccola ed io (che non siamo certo delle represse della domenica) abbiamo più volte rischiato di essere travolte da ciclisti esemplari che se ne infischiano di qualsiasi regola e vanno pure contromano in sensi unici o sui marciapiedi??… come ci sono automobilisti maleducati (ma anche educati e rispettosi come me) ci sono molti piu ciclisti maleducati. Perchè quando un ciclista viene messo sotto, è automaticamente sempre colpa della macchina??! e io pedone che ho preso ruotate da ciclisti in zona PEDONALE, devo considerarmi io il colpevole? boh… Per me fine discussione. Cordiali saluti a tutti.

        Rispondi
  4. I grillini, bla bla bla, come quando hanno avuto la possibilità di andare al governo e
    ancora bla bla bla, tutti contro tutti; per cambiare le cose cari grillini dovete entrare nel “sistema marcio”, poi gradualmente cambierete le cose. Non.. pin pun pan….Ma dal di fuori a fare bla bla bla en boni tutti. Oh ragazzi io ho dato il voto a Grillo, ma porca miseria mi ha deluso in tutto con il suo bla bla bla …..anche se giusto ha sbagliato tutto! ……….. e per le biciclette, cara signora “i” è mei ‘na rutata dalla bicicletta che dalla macchina, e pu’ se en te sta ben levte dal centre storic!!!

    Rispondi
    • ..tipico esempio di risposta di ciclista educato…grazie per aver avvalorato quanto detto sopra a proposito di rispetto per chi non va in bici. … e comunque, io sono nata a fano e ho sempre abitato al centro e mi dispiace
      per te io nn vado da nessuna parte…maleducati o no, io resto e il prossimo ciclista che mi da una ruotata stavolta becca una denuncia

      Rispondi
      • Se i vigili non fanno rispettare le regole (per tutti, bici, auto, moto….), se l’amministrazione se ne frega di istituire regole chiare (come ormai stanno facendo ovunque), fatti giustizia da te! pretendi giustizia! denuncia! Allo stato delle cose hai SEMPRE ragione, perchè le biciclette in ZTL non possono entrare LEGALMENTE.

        Rispondi
  5. Bravi ragazzi!
    Il tragitto delle ambulanze deve essere tenuto in perfetto stato di manutenzione.
    via Giulini, Lelli, Gigli e Pizzagalli debbono essere impeccabili!
    I dossi naturali (buche) non sono meno pericolosi di quelli artificiali, piallati di proposito per far scorrere più velocemente il traffico.

    Rispondi

Rispondi