Guardia Costiera, sequestro di attrezzature da pesca irregolari

Guardia Costiera, sequestro di attrezzature da pesca irregolari

Pesaro – Nella mattinata odierna personale della Guardia Costiera di Pesaro operante a bordo della Motovedetta CP 2086, nel corso dell’ordinario pattugliamento della costa, ha rinvenuto numerose attrezzature per la pesca sportiva che erano state posizionate, presumibilmente all’alba, tra le scogliere antistanti la spiaggia sabbiosa di Gabicce Mare. Tali attrezzi da pesca, consistenti in una rete lunga circa cento metri, nasse, cime e massi in cemento utilizzati come “corpi morti”, erano stati collocati in una zona di mare dove la pesca non è consentita, in forma anonima, senza targhette identificative e dunque in assenza della prevista autorizzazione alla pesca sportiva. Per quanto sopra, gli uomini della Guardia Costiera hanno proceduto a salpare le predette trappole ed effettuato il sequestro delle attrezzature da pesca utilizzate in maniera del tutto irregolare. I controlli in mare e sulla costa proseguiranno” ha detto il Capitano di Fregata (CP) Silvestro GIRGENTI – Comandante del Porto di Pesaro “con il fine di mantenere sempre alta la soglia della sicurezza e verificare il rispetto delle norme vigenti in tutte le attività marittime, a tutela della vita umana in mare e dell’ambiente marino costiero e delle sue risorse”.

Condividi:
  1. A Fano, zona Metauro, davanti alla Spiaggia dei Gabbiani, pescatori abusivi tutto l’anno

    Rispondi

Rispondi